Raid saudita su uno scuolabus, strage in Yemen: 43 vittime, di cui 29 bambini

Golfo. Quarantatré uccisi, di cui 29 bambini sotto i 15 anni quando un bombardamento ha centrato uno scuolabus in mezzo a un mercato a Sadaa. Unicef furiosa

il manifesto • 10/8/2018 • Bambini & Giovani, Guerre, Armi & Terrorismi • 83 Viste

Le immagini che arrivano da Saada, nord dello Yemen, sono terribili: sulle auto dei soccorritori i bambini arrivano in ospedale, in spalla gli zainetti sporchi e insanguinati. La coalizione a guida saudita ha compiuto ieri l’ennesima strage: un raid ha colpito uno scuolabus mentre attraversava un mercato nel villaggio di Dahyan: «L’ospedale che sosteniamo – scrive la Croce Rossa – ha ricevuto i corpi di 29 bambini sotto i 15 anni e 48 feriti, di cui 30 minori».

I morti sono di più: 43 in totale, 61 i feriti, distribuiti su diversi ospedali: Saada da sola non riesce a gestirli tutti. Riyadh risponde dicendo di aver preso di mira dei lanciatori di razzi. Diversa la versione di giornalisti e testimoni: non c’erano combattenti Houthi nell’area, solo un mercato.

Furiosa l’Unicef: «Basta scuse! – dice Geert Cappelaere, direttore dell’agenzia per Medio Oriente e Nord Africa – Davvero il mondo ha bisogno di altre vite innocenti di bambini per fermare questa guerra crudele contro i bimbi in Yemen?».

* Fonte: IL MANIFESTO

photo: By Almigdad Mojalli/VOA [Public domain], via Wikimedia Commons

Articoli correlati

5 per mille

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

« »

Pin It on Pinterest

Share This