Diritti Globali a un’Estate al Cinema di Torino

L’Associazione Museo Nazionale del Cinema promuove – nell’ambito di un’Estate al Cinema – la presentazione del 16° Rapporto Diritti Globali “Un mondo alla rovescia”

redazione • 8/6/2019 • Contenuti in copertina, Rapporto 2018 • 220 Viste

L’Associazione Museo Nazionale del Cinema promuove – nell’ambito di un’Estate al Cinema – la presentazione del 16° Rapporto Diritti Globali “Un mondo alla rovescia”, curato da SocietàINformazione, pubblicato da Ediesse e promosso dalla CGIL con ActionAid, Antigone, Arci, CNCA, Fondazione Basso, Gruppo Abele e Legambiente. Il Rapporto è uno studio che analizza i processi connessi alla globalizzazione e alle sue ricadute, sotto i vari profili economici, sociali, geopolitici e ambientali, osservati in un’ottica che vede i diritti come interdipendenti.

Per l’occasione saranno proiettati due film:
il primo, a due giorni di distanza dal Pride, è il documentario “Franco e Gianni – una storia di Torino” di Angelo D’Agostino e Marta Lombardelli, che racconta della prima unione civile in Italia; il secondo, in anteprima torinese, è “Amore e rivoluzione – No, niente è finito in Grecia” di Yannis Youlountas, che propone una visione alternativa sulla crisi in Grecia.

Intervengono Susanna Ronconi e Sergio Segio, della redazione del Rapporto, e i registi Marta Lombardelli e  Angelo D’Agostino;

******

I FILM

Angelo D’Agostino e Marta Lombardelli
Franco e Gianni – Una storia di Torino
(Italia 2019, 35’, DCP, b/n-col)
Torino, 6 agosto 2016: Franco e Gianni, dopo 52 anni passati insieme, coronano il sogno di unirsi civilmente, prima coppia gay a Torino. Dopo la morte di Franco, Gianni racconta la loro storia.

**
Yannis Youlountas
Amore e rivoluzione (L’Amour et la Révolution)
(Grecia 2018, 86′, DCP, col., v.o. sott.it.)
I media europei sostengono che la cura di austerità in Grecia ha avuto successo e che la calma è tornata. Questo
film dimostra il contrario. Un viaggio nella musica, dal nord al sud della Grecia, tra coloro che sognano amore e
Rivoluzione.

Ingresso libero

Articoli correlati

5 per mille

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

« »

Pin It on Pinterest

Share This