Paolo Rossi. Lettere dalla montagna

Paolo Rossi. Lettere dalla montagna

In occasione di una Festa di Liberazione molto particolare, l’attore Paolo Rossi scrive una lettera dal confinamento sociale in cui siamo tutti costretti, per ricordare la storia e anche i suoi buchi neri. Un racconto divertente e istruttivo, per ridere e per pensare. Anche a un “dopo” che bisogna iniziare a costruire, magari recuperando sogni e valori di chi 75 anni fa riuscì a liberare l’italia e il mondo dal virus del nazifascismo. Che ora sta rialzando la testa.

 



Related Articles

La Prima Guerra Mondiale della Finanza

Intervista ad Andrea Di Stefano,  a cura di C. B. (dal Rapporto sui Diritti Globali 2012)

Trovato il tesoro segreto di Hitler 1500 opere da Picasso a Matisse

Sequestrati a un gallerista quadri per un valore di oltre un miliardo  

La strategia contro gli Indignati «Fuoco e rivolte come ad Atene»

 Il piano degli estremisti: cancellare le proteste pacifiche stile Madrid

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment