301 di Bibi Bozzato e Orsola Casagrande

STREEEN  propone un corto dal Rojava Film Festival

redazione Diritti Globali • 7/5/2020 • Contenuti in copertina, Global Rights • 202 Viste

301 di Bibi Bozzato e Orsola Casagrande (2008 -12’30”)

STREEEN  propone un corto dal Rojava Film Festival.

*****

L’articolo 301 del Codice Penale turco punisce chi insulti la Turchia, la nazione turca, le istituzioni del governo turco, o gli eroi nazionali turchi come il fondatore della Repubblica Mustafa Kemal Atatürk.

Entrato in vigore il 1 giugno 2005 insieme ad un pacchetto di riforme destinato a favorire l’apertura del processo di ingresso della Turchia nella UE, è stato emendato il 30 aprile 2008 per cambiare ‘turchità’ con ‘nazione turca’.

Moltissimi gli intellettuali, giornalisti, scrittori, uomini e donne della cultura accusati e processati grazie al 301. Recentemente molti giornalisti sono stati accusati utilizzando il 301 per aver criticato le operazioni militari di invasione di Afrin nel 2018 e la Federazione del Nord Est della Siria nell’ottobre 2019.

In questo film compaiono i musicisti Sanar Yurdatapan (incarcerato varie volte per la sua difesa della libertà d’espressione), Ferhat Tunç (oggi costretto a vivere in esilio), i giornalisti Ertugrul Kurkçu (anche ex deputato HDP, costretto a vivere in esilio), Ahmet Altan (tuttora in carcere), Ragip Zarakoglu (anche editore, anch’egli costretto a vivere in esilio), l’ex sindaco di Sur Abdullah Demirbas (in esilio), l’avvocata e co-presidenta dell’Associazione Diritti Umani (IHD, sotto processo per i suoi editoriali pubblicati dal quotidiano Ozgur Gundem, chiuso per decreto governativo), Ruzgar Gokce (militante della tartassata LAMBDA Istanbul, organizzazione LGBT) e Rodi (rifugiato politico kurdo a Venezia).

guarda qui il film

Articoli correlati

5 per mille

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

« »

Pin It on Pinterest

Share This