Migranti. Nel 2020 gli ingressi irregolari in Europa calati del 13% secondo Frontex

by Giansandro Merli * | 9 Gennaio 2021 19:31

I migranti entrati irregolarmente in Europa nel 2020 sono il 13% in meno rispetto all’anno precedente: circa 124mila persone, il numero più basso dal 2013. A dirlo è l’agenzia europea per il controllo delle frontiere esterne Frontex, che attribuisce le cause della diminuzione «all’impatto delle misure anti Covid-19». Del totale fanno parte i richiedenti asilo e coloro che poi ottengono la protezione internazionale. Come i siriani, che restano la nazionalità più presente.

Il calo complessivo non è omogeneo nelle cinque rotte percorse dai migranti per raggiungere i paesi Ue. Partendo da ovest, Frontex registra il numero più alto da quando ha iniziato a raccogliere i dati, nel 2009, nella rotta che collega l’Africa Occidentale alle isole Canarie (Spagna): 22.600 persone. Questo tragitto ha ripreso vigore soprattutto negli ultimi mesi ed è estremamente pericoloso: l’associazione Caminando Fronteras ha stimato[1] 45 naufragi e 1.185 morti. Calano invece gli accessi in Spagna attraverso il Mediterraneo o Ceuta e Melilla: – 28% rispetto al 2019 (16.969 persone).

Nel Mediterraneo centrale la tendenza è opposta: da Algeria, Tunisia e soprattutto Libia lo scorso anno sono arrivate 35.628 persone, il 154% in più. La destinazione principale è l’Italia (per il Viminale[2] sono stati 34.154 gli sbarchi) e in misura molto minore Malta.

Aumentano anche gli ingressi lungo la rotta terrestre che attraversa i Balcani: 26.928 persone (+78%). In questi giorni arrivano immagini drammatiche sulle condizioni di vita dei migranti intrappolati a Lipa, in Bosnia, mentre negli ultimi mesi si sono moltiplicate le accuse di violenza contro le polizie dei diversi Stati.

Colpisce il dato che viene dall’Egeo: -76% di ingressi, 19.681 persone. In quest’ultima rotta è stata denunciata da organizzazioni umanitarie e stampa la complicità di Frontex con le prassi illegittime delle autorità greche. Ieri il Consiglio europeo per rifugiati ed esiliati (Ecre), una rete di 95 Ong, ha pubblicato un report[3] che definisce i respingimenti verso la Turchia «violenti, illegali e sistematici».

* Fonte: Giansandro Merli, il manifesto[4]

Post Views: 9
Endnotes:
  1. stimato: https://caminandofronteras.org/caminando-fronteras-contabiliza-2-170-muertes-de-migrantes-en-las-rutas-hacia-espana-en-2020/
  2. Viminale: https://www.interno.gov.it/it/stampa-e-comunicazione/dati-e-statistiche/sbarchi-e-accoglienza-dei-migranti-tutti-i-dati
  3. report: https://www.ecre.org/greece-deaths-and-push-backs-continue-racist-attack-on-hosting-centre-for-unaccompanied-children-camp-conditions-deteriorating/
  4. il manifesto: https://ilmanifesto.it/

Source URL: https://www.dirittiglobali.it/2021/01/migranti-nel-2020-gli-ingressi-irregolari-in-europa-calati-del-13-secondo-frontex/