Una strage sotto silenzio: qui la diretta del dibattito 9 marzo, 17,30

Una strage sotto silenzio: qui la diretta del dibattito 9 marzo, 17,30

Una strage sotto silenzio

A un anno dalle 13 morti in carcere a seguito delle lotte contro le misure sul Covid19, nessuna verità e nessuna giustizia. Rompiamo il silenzio.
Webinar
Martedì 9 marzo 2021 – Ore 17,30
 
Introduce Sergio Segio
 
Intervengono:
Enrico Deaglio (giornalista e scrittore)
Salvatore Palidda (già docente di scienze sociali, saggista)
Vincenzo Scalia (docente di Criminologia, University of Winchester, Ass.  Yairaiha)
Maria Sara Jijon (formatrice, esperta in questioni bancarie e finanziarie, è stata candidata alla vicepresidenza in Ecuador)
Michelina Capato (regista e.s.t.i.a. teatro)
Samuele Ciambriello (Garante delle persone private della libertà, Regione Campania)
Franco Maisto (Garante delle persone private della libertà, Comune di Milano)
Stefano Vecchio (presidente Forum Droghe)
Grazia Zuffa (presidente Società della Ragione)
Elia De Caro (Ass. Antigone)
Alice Miglioli (Comitato Verità per i morti del carcere Sant’Anna di Modena)
Giuseppe Mosconi (ordinario di sociologia del diritto, Università di Padova)
Franco Corleone (Com. Scientifico Società della Ragione)
 
Coordina Susanna Ronconi (Com. Scientifico Forum Droghe)
****
QUI è leggibile e scaricabile liberamente in pdf il numero del magazine internazionale Global Rights pubblicato nel maggio del 2020, con una panoramica delle carceri in alcuni paesi del mondo al tempo.
Questo l’indice del numero:
Sergio Segio, Aprire le gabbie, cambiare il sistema. Il virus in carcere
Orsola Casagrande, Prigionieri in Turchia, abbandonati al loro destino
Orsola Casagrande, Intervista a Serbay Koklu, avvocato di Abdullah Ocalan
Nayrouz Qamrout, Voci da un carcere in Palestina
Orsola Casagrande, Liliany Obando: Le carceri in Colombia sono luoghi disumani
Morti nelle carceri: Appello per un comitato di verità e giustizia
José Miguel Arrugaeta, Prigionieri politici baschi, vittime di una politica di vendetta


Related Articles

L’Europa per forza

L’Europa non dispone di una legislazione omogenea in tema di impronte digitali. La maggioranza degli stati non consente questa procedura per i richiedenti asilo

Atene, ora il Fondo monetario va all’attacco del lavoro

il Fondo monetario internazionale non ha fatto mistero delle sue intenzioni: chiede la liberalizzazione dei licenziamenti collettivi nel settore privato, una nuova legge che regolamenti in modo rigidissimo il diritto di sciopero, nonché il ritorno alla «serrata dei datori di lavoro»

Il business dei profughi fantasma “Badge-truffa al Cara di Mineo”

Centinaia di migliaia di euro sottratti allo Stato in quattro anni per pagare la permanenza di persone già fuggite dal centro o assenti all’appello. Lo ha scoperto la Procura di Caltagirone. E ad Agrigento 7 indagati: lucravano sull’accoglienza

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment