I lavoratori ex Embraco beffati dal curatore: niente cassa integrazione, 400 licenziamenti

I lavoratori ex Embraco beffati dal curatore: niente cassa integrazione, 400 licenziamenti

Beffati in extremis i 400 lavoratori ex Embraco di Riva di Chieri (Torino). Con un’incredibile decisione il curatore fallimentare ha rifiutato la cassa integrazione Covid, nonostante quanto sostenuto dai tecnici del ministero del Lavoro al tavolo convocato venerdì scorso dal Mise.

E così restano confermati, quindi, i licenziamenti dei 400 lavoratori ex Embraco, per i quali l’inizio della procedura era fissato per ieri: la procedura di licenziamento collettivo si chiude con un mancato accordo e questo significa che a breve partiranno le lettere per i licenziamenti.

Dura la reazione di Fim, Fiom e Uilm. L’assessora piemontese al Lavoro, Elena Chiorino, ha intanto annunciato un emendamento proposto dalla giunta regionale al decreto Sostegni che consenta di creare una cig apposita per i lavoratori Embraco. «Ci attiveremo da subito per avere gli strumenti normativi per la proroga della cigs – annuncia la Fiom – . C’è bisogno del tempo per verificare il piano Italcomp – la fusione con la Acc di Belluno- non è accettabile avere 400 persone in mezzo alla strada , dopo tutti i sacrifici di questi anni. Chiamiamo tutti i soggetti, per primo il governo alle proprie responsabilità».

* Fonte: il manifesto



Related Articles

L’articolo 18

I licenziamenti individuali diventano più convenienti dei collettivi Sarà  più facile espellere lavoratori senza consultazioni sindacali e mobilità    Molte imprese saranno tentate dalla possibilità  di mandar via fino a quattro dipendenti ogni 120 giorniNel piano Fornero scatta l’indennizzo al posto del reintegro in caso di non giustificato motivo economico

Ttip all’arrembaggio, dodicesimo round

Commercio mondiale. Riprende il negoziato Ue-Usa, per la liberalizzazione degli scambi in tutti i settori. Sul tavolo gli scogli dell’agricoltura, della minaccia di esplosione dei servizi pubblici e dei tribunali arbitrali privati

Case e Monti-bond, si cambia ancora

Proroga di 5 anni per le spiagge, Authority anticorruzione. Oggi il voto di fiducia

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment