Vertenza Almaviva: oggi sciopero. L’azienda aumenta gli utili ma taglia

Vertenza Almaviva: oggi sciopero. L’azienda aumenta gli utili ma taglia

Mentre è in arrivo la sentenza della corte di cassazione sul licenziamento dei 1.666 lavoratori Almaviva del natale 2016, la parte metalmeccanica dell’azienda di call center è in pieno subbuglio: oggi sciopero per l’intera giornata dei 3.500 dipendenti in tutta Italia. «Dopo tre mesi di discussione Almaviva ha rotto la trattativa e prova a imporre un regolamento unilaterale in sostituzione degli accordi aziendali», denunciano in una nota unitaria Ciro Bacci, Valentina Orazzini e Fabrizio Fiorito, coordinatori sindacali del gruppo Almaviva per Fim, Fiom e Uilm – . Riteniamo sconcertante la decisione di Almaviva, società della famiglia Tripi, in continua crescita dal 2016, con un forte aumento degli utili e che ha pagato ricche cedole sulle obbligazioni emesse nel 2017 (250 milioni di euro al tasso del 7,25%), con Almawave – società del gruppo – appena quotata in Borsa, in un periodo in cui le prospettive per il mercato dell’informatica in Italia sono favorevoli».

«Nonostante tutto questo l’azienda ha scelto di agire unilateralmente, aumentando l’orario di lavoro, diminuendo i salari e tagliando i buoni pasto. Lo stato di agitazione e lo sciopero di domani sono la risposta delle lavoratrici e dei lavoratori di Almaviva all’arroganza dimostrata dall’azienda», concludono Fim, Fiom e Uilm.

* Fonte: il manifesto



Related Articles

Comuni e Regioni, 9 miliardi di tagli

Gli enti locali: servizi fondamentali in forse, addio al federalismo. Nuova stretta sulle assenze degli statali. Città  d’arte, negozi aperti la domenica.  Resta la tassa su Suv e auto potenti, ma oltre 301 cv.    Sì al blocco degli stipendi nel pubblico impiego. Innalzamento della età  pensionabile

Capo­ra­lato, attacco all’area grigia

Nuove misure allo studio. Il governo punta a colpire i patrimoni illecitamente accumulati attraverso lo sfruttamento dei lavoratori agricoli

Pensioni, si riapre il fronte E spunta l’ipotesi fiducia

Calderoli vede Sacconi. Timori sulla copertura della manovra

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment