Schiaffo a Obama: “Riforma della sanità  incostituzionale”

Loading

Sotto la lente della corte è finita in particolare una delle norme cardine della riforma che prevede l’obbligo per ciascun cittadino americano di stipulare un’assicurazione sanitaria a partire dal 2014, senza la quale scattano sanzioni. Così facendo, i giudici hanno accolto il ricorso di 26 Stati che accusavo il Congresso di aver esercitato un eccesso di autorità  forzando i cittadini a pagare una polizza. Il presidente Obama aveva insistito per inserire la legge contestata, per allentare la spesa sanitaria ed estendere la copertura assicurativa ai trenta milioni di americani che ne sono privi, e ora è deciso a difenderne fino in fondo la costituzionalità . La bocciatura in tribunale rappresenta un schiaffo sonoro per la Casa Bianca, ma non ancora definitivo. L’ultima parola, infatti, spetta alla Corte Suprema.


Related Articles

Israele: “Le accuse di Grass sono antisemite”

Loading

Dopo la poesia sullo Stato ebraico. Berlino: “È uno scrittore, non un amico della Merkel”

Il mistero del nuovo bunker di Obama

Loading

Da un anno e mezzo nei giardini della Casa Bianca si sta scavando un gigantesco cantiere “Manutenzione” è la versione ufficiale. Ma poi un funzionario ammette: “Questioni di sicurezza”.   È lì che scappò il vicepresidente Cheney l’11 settembre. I lavori potrebbero servire ad ammodernare quelle stanze. Il “grande buco” è sempre più vicino all’area del rifugio presidenziale ed è ormai visibile anche dalla tribuna delle televisioni

Sarkò-Hollande, nervi a fior di pelle l’ultimo duello tv finisce tra gli insulti

Loading

Il socialista: “Hai diviso il Paese”. La replica: “Bugiardo”   Il candidato di sinistra attacca: “Berlusconi è tuo amico”. Risposta: “No, non lo è” 

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment