Gaza, scontri e morti al confine

Loading

L’attacco è seguito al tiro di un missile anticarro lanciato dalla Striscia oltre il confine contro una jeep israeliana: quattro soldati che erano a bordo sono stati feriti. Scontri tra le due parti sono frequenti nell’area ma il bilancio della giornata di ieri è uno dei più gravi dalla guerra dell’inverno 2008-2009. Il timore è che ora si scateni una serie di reazioni e controreazioni violente.
Già  ieri sera cinque razzi sono stati sparati da Gaza verso la città  israeliana di Sderot, dove sono esplosi senza provocare vittime, mentre il ministro della Difesa israeliano Ehud Barak dichiarava che «l’esercito reagirà  con forza a ogni nuova minaccia». Secondo Hamas, che governa la Striscia, le vittime di ieri erano civili, con età  comprese tra i 16 e i 18 anni e molti tra i feriti sono bambini. Giovedì, sempre nella Striscia, un 13enne era stato ucciso dagli israeliani e poche ore dopo un soldato israeliano era stato ferito nell’esplosione di un tunnel sotterraneo palestinese.


Related Articles

«Noi rivoluzionari ci meritiamo la pace»

Loading

«Siamo ottimisti, è giunto il momento di cercare l’intesa». Per la prima volta un giornalista riunisce tre alti dirigenti delle Farc durante i negoziati in corso a Cuba tra la formazione guerrigliera e il governo di Bogotà

Tripoli, i ribelli nel bunker di Gheddafi

Loading

Si combatte nelle stanze del Potere razziate le armi, a terra decine di morti.  Gli insorti: “I figli del raìs sono riusciti a liberarsi” .  Un gruppo di giovani si avventa sulle foto del Colonnello, qualcuno brandisce la testa di una statua che lo rappresentava. Nella camere del compound non c’è traccia del leader libico. Il presidente della federazione russa degli scacchi dice di avergli parlato. A tarda sera i colori degli insorti sventolano sulla piazza verde di Tripoli ma nella zona del compound si sentono ancora gli spari 

Amx all’attacco tricolore

Loading

Una prolungata operazione di cleaning per eliminare gli insorti e stabilizzare l’area durata diversi giorni

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment