Cipro ripagherà  in azioni bancarie il prelievo sui conti oltre i 100 mila

Loading

MILANO — Per fortuna a Cipro domani è festa nazionale e le banche hanno una buona scusa per un altro giorno di tranquillità . I rischi di un bank run non sono finiti, dopo le misure di prelievo forzoso concesse dal governo per avere 10 miliardi di euro in aiuti dall’Ue. Intanto affiorano nuovi dettagli sul piano che entro giovedì il governo presenterà  all’Eurogruppo. La Banca di Cipro — prima del Paese — dovrebbe imporre ai clienti con giacenze oltre 100mila euro una “tosatura” totale del 60%. Un primo 37,5% dei saldi sarà  prelevato e convertito in sue azioni ordinarie, con diritto di voto e dividendi. Un altro 22,5% sarà  temporaneamente trattenuto «per assicurare che l’istituto raggiunga gli standard di ricapitalizzazione », riporta una mail della banca centrale di Nicosia. Le cose non andranno meglio ai correntisti di Cyprus popular bank, seconda del Paese, che sarà  spacchettata creando una bad bank destinata alle giacenze oltre 100mila euro, mentre al disotto i clienti confluiranno nella Banca di Cipro. Cyprus popular bank riprenderà  «normalmente » a operare da martedì, quando «tutti i dipendenti e le filiali passeranno alla Banca di Cipro».
Il rimanente 40% dei depositi “tosati” sarà , infine «congelato a breve termine, per garantire liquidità  all’istituto»; e su queste somme i clienti riceveranno interessi un 10% sopra il tasso corrente. La soluzione trovata per la crisi cipriota, pur meno impopolare della prima versione (che imponeva a tutti i correntisti il prelievo forzoso) continua a creare scompiglio. Specie dopo la pubblicazione, del quotidiano greco Ethnos, di una lista di società  e parlamentari ciprioti a cui le stesse banche hanno condonato prestiti milionari. La lista è ora al vaglio della commissione etica del parlamento.


Related Articles

Le severe condizioni per ottenere quell’aiuto

Loading

Il peggioramento del deficit italiano: potrebbe arrivare al 3%

Deregolation trumpiana, le banche Usa più libere di speculare

Loading

Nuovo intervento della Fed per deregolamentare il trading e di demolizione della legge Dodd-Frank di Obama

Epifani attacca: governo fragile

Loading

Le critiche del leader della Cgil. Il sottosegretario Grandi: “Su casa e affitti decisioni dopo giugno. Priorità alle parti sociali”

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment