Si può ingabbiare un mito della libertà?

Loading

E quale può essere in generale la miglior condotta verso una grande anima che se ne sta andando? «Morire, dormire; dormire… forse sognare» dice Amleto, andando più vicino di chiunque altro al senso della vita e della morte; o meglio della morte vista dalla vita. Spesso per i grandi capi politici che se ne andavano si è fatto di tutto per tenerli in vita il più a lungo possibile; per calcolo politico, per prudenza, per aver tempo di preparare il nuovo nella continuità. È discutibile che ciò abbia senso anche in questi casi, ma se ne intravede almeno una ragion d’essere. Nel caso di Mandela, la situazione sembra diversa e tutta giocata sulla sua nobiltà d’animo in vita e sul suo inesausto anelito di libertà. Forse quindi non è il caso di procedere oltre a tenere in gabbia un leone che in gabbia non ci è voluto mai stare. Né ha tollerato che ci stessero altri. È sempre difficile confrontarsi con la morte, soprattutto quando i sentimenti fanno ressa nell’animo. Né la medicina è onnipotente. Ma proprio perché in questo caso non sta a noi prendere decisioni, possiamo guardare in faccia la questione ed essere «gratuitamente» filosofi. È umano che chi lo ama lo voglia ancora per sé, anche se della vita non gli sarà probabilmente rimasto che qualche barlume, qualche residua visione della sua grande coscienza. Forse è sulla sua coscienza che dobbiamo interrogarci, più che sul suo corpo, anche se non c’è niente di più insondabile della coscienza di un altro. Questa coscienza ha visto tante, tantissime cose, belle e brutte, ha ricevuto un numero enorme di manifestazioni di devozione e di affetto. Forse ne vuole ancora; forse basta così; forse è il caso di lasciarlo andare a un altro, diverso, sogno. O forse allo stesso, congelato per sempre.


Related Articles

Escalation. L’Ucraina chiude il confine ai russi. Ma solo ai maschi

Loading

La decisione di Kiev si inserisce nell’escalation tra i due paesi Della crisi sul Mar d’Azov parleranno oggi al G20 di Buenos Aires Merkel e Putin

Via i “Dreamers”: Trump vuole espellere 800 mila americani figli di migranti

Loading

Il “falco” dell’amministrazione Jeff Sessions annuncia la fine del «Daca», il programma di Obama per i migranti arrivati da bambini e cresciuti negli Stati uniti

USA. Il ministro della giustizia Jeff Sessions coinvolto nella «Russia connection»

Loading

l ministro della giustizia accusato di contatti con Mosca in campagna elettorale. Anche i repubblicani per le dimissioni

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment