Cgil, congresso teso: Camusso incontra i delegati Fiom

Loading

Come da impe­gno preso la set­ti­mana scorsa, Susanna Camusso ha incon­trato le Rsu Fiom della Fiat di Pomi­gliano. I lavo­ra­tori, pre­oc­cu­pati dal nuovo accordo sulla rap­pre­sen­tanza, le ave­vano con­se­gnato una let­tera, pro­prio durante il diret­tivo che ha appro­vato il testo. Le con­te­sta­zioni erano arri­vate dalla Fiom e dall’area della sini­stra Cgil, in par­ti­co­lare da Lavoro Società, soprat­tutto su due punti: le san­zioni intro­dotte per chi non rispetta gli accordi – che ini­bi­reb­bero l’attività dei dele­gati e vin­co­le­reb­bero il diritto di scio­pero – e i col­legi arbi­trali, com­po­sti da con­fe­de­rali e imprese, che sareb­bero chia­mati a san­zio­nare le cate­go­rie «ribelli».

Susanna Camusso, accom­pa­gnata da alcuni rap­pre­sen­tanti della sua segre­te­ria, ha cer­cato di ras­si­cu­rare i dele­gati. «Il testo del 10 gen­naio – ha spie­gato Camusso – rea­lizza due impor­tanti richie­ste sto­ri­che della Cgil: la ricon­qui­sta della cen­tra­lità del con­tratto nazio­nale e del diritto alla con­trat­ta­zione azien­dale, affi­dando alle lavo­ra­trici e ai lavo­ra­tori, con il loro voto, il giu­di­zio defi­ni­tivo sui con­tratti. Inol­tre defi­ni­sce i cri­teri della cer­ti­fi­ca­zione della rap­pre­sen­tanza di ogni sin­da­cato: per la prima volta, attra­verso obiet­tivi cri­teri di misu­ra­zione, sapremo chi effet­ti­va­mente rap­pre­senta chi». La Cgil ha riba­dito la «dispo­ni­bi­lità a illu­strare que­sti con­te­nuti nelle assem­blee con­gres­suali». Che saranno, c’è da scom­met­terci, molto tese.


Related Articles

Tamburi operaio vittima della fabbrica

Loading

Un’assemblea nel quartiere popolare vicino all’Ilva con cittadini, lavoratori dello stabilimento e chi ha contestato i sindacati alla manifestazione di mercoledì. Un operaio: «Ci hanno lasciati soli, perciò non gli crediamo più»

Fincantieri, spunta un pessimo accordo tra Italia e Francia

Loading

Da mesi stiamo assistendo a molti annunci di fusioni e acquisizioni tra grandi imprese in tutto il mondo, diverse interessano la Francia

I pentiti del mercato globale

Loading

La rivoluzione globale fa marcia indietro. Vent’anni fa Clinton firmava il Nafta, il trattato di libero scambio che ha dato il via alla globalizzazione

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment