Nasce l`Osservatorio sulla legge “328“

Loading

Il nuovo organismo sarà gestito da Cgil, Cisl, Uil, Anci, Legautonomie e Forum Terzo Settore

ROMA – E` nato oggi a Roma l”Osservatorio nazionale sulla legge quadro 328, la legge varata nel 2000 per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali. Si tratta di una novità assoluta perché per la prima volta si costituiscono in Osservatorio permanente sull`applicazione di quella che avrebbe dovuto essere una riforma delle politiche sociali, soggetti molto diversi e comunque protagonisti di questa tematica così centrale. L”Osservatorio sarà infatti costituito dai sindacati confederali Cgil, Cisl e Uil, dai comuni rappresentati dall’Anci, dalla Legautonomie e Upi e infine dal nuovo protagonista del trasformazioni del welfare, il terzo settore, rappresentato dal Forum. L’Osservatorio, è stato spiegato questa mattina nel corso di una conferenza stampa al Cnel, sarà una sede permanente e stabile (garantita costituzionalmente proprio attraverso il Cnel, il consiglio nazionale dell’economia e del lavoro) per mettere in atto tutto quello che sarà necessario per realizzare in pieno il dettato della legge 328.

L’incontro di oggi, oltre a sancire ufficialmente la nascita dell’Osservatorio, è stato utile perché ha fornito un quadro completo della situazione attuale del paese a proposito di politiche sociali. Un quadro che purtroppo, per molti versi, è ancora deludente e perfino preoccupante.


Related Articles

Rapporto OCSE. La spesa sanitaria italiana è tra le più basse in Europa

Loading

«Health at a Glance: Europe 2018» posiziona l’Italia in basso alla classifica degli investimenti in salute. Basso anche il numero degli infermieri e in calo le aspettative di vita

Volontariato: una risposta alternativa alla crisi

Loading

   Un logo della giornata – Foto: volunteer.com.au

Volontariato vuol dire tante cose. È incontro, scambio, arricchimento reciproco. È gratuità , impegno, donazione. Ma è pure occupazione, lavoro, benessere. È fatto di giovani, anziani, disabili, emarginati. È internazionale, locale, radicato in ogni tipo di cultura. Per questo è un modello universale di gestione di problemi quotidiani e di emergenze straordinarie. Volontariato che si trasforma in “economia civile”, che diventa cooperazione, microcredito, modello alternativo di economia. Come ogni istituzione umana tuttavia anche il mondo del volontariato presenta elementi di criticità  e deve essere continuamente riformato e ripensato.

L’industria di guerra ha fretta, per il governo il bellico è essenziale

Loading

Fabbriche Riaperte. Tanti accordi per la sicurezza ma anche forzature. Denuncia di Rifondazione: il governo compra 15 elicotteri, costo di 337 milioni

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment