A luglio tornano i Mondiali Antirazzisti. Quest’anno tappa a Castelfranco Emilia

Loading

MODENA – Sono 5 mila gli sportivi attesi per la 5 giorni di sport, musica, cultura e dibattiti a difesa delle diversità  dei Mondiali Antirazzisti. Prevista un’affluenza di 30 mila persone provenienti da 20 Paesi per la quindicesima edizione della rassegna organizzata da Uisp a livello nazionale che, dopo 3 anni a Casalecchio di Reno (Bologna), cambia location e sbarca a Modena. Dal 6 al 10 luglio il parco di Bosco Albergati a Castelfranco Emilia sarà  animato da tornei di calcio, basket, pallavolo, rugby e cricket, ma anche da appassionati di giocoleria, parkour, yoga, pilates e giochi tradizionali dal mondo. In più musica, cultura e dibattiti a difesa del valore di tutte le diversità . “Bosco Albergati è una sorta di ritorno al passato con una situazione che assomiglia a un vero e proprio villaggio dello sport contro le discriminazioni – afferma Carlo Balestri, responsabile organizzativo della manifestazione – Si tratta di un’edizione che vuole mantenere lo spirito originario di una festa popolare che accoglie, include e non esclude e che, alla luce degli avvenimenti che hanno segnato l’Africa del Nord, intende concentrarsi appieno sulla riflessione del concetto di migrazione e sul diritto dei popoli alla mobilità ”. Ai Mondiali Antirazzisti parteciperanno circa 200 squadre di calcio a 7, coinvolte in un torneo non competitivo basato solo sulla voglia di stare insieme e progettare un mondo in cui le differenze non siano usate come strumento di discriminazione.

Migliaia di ragazzi e ragazze da tutto il mondo condivideranno 5 giorni di festa e di sport. “È con enorme soddisfazione e orgoglio che salutiamo l’arrivo dei Mondiali Antirazzisti a Modena – racconta Andrea Covi, presidente del Comitato provinciale Uisp di Modena – Il tema dell’integrazione tra varie etnie, religioni e condizioni sociali è basilare per un’associazione come Uisp e lo sport può e deve fare tantissimo affinché la società  risulti sempre più coesa e priva di conflitti”. L’evento gode del patrocinio della Regione Emilia-Romagna, della Provincia di Modena e del Comune di Castelfranco Emilia. La partecipazione a tutte le attività , compresi i concerti serali, le proiezioni di film, i laboratori sportivi di giocoleria, yoga, ginnatica, parkour e giochi tradizionali, nonché i dibattiti con ospiti italiani e stranieri, è gratuita. (lp)

 © Copyright Redattore Sociale


Related Articles

Milano, 40 richiedenti asilo bussano (a sorpresa) alla Casa della carità 

Loading

Sono arrivati su 7 furgoni della Protezione civile, provenienti dal Centro di accoglienza di Bari. Don Colmegna: “”Non ne sapevo nulla Le ospiteremo nell’auditorium, così come abbiamo fatto per tante altre emergenze”

USA. Gli immigrati fuggono verso il Canada

Loading

In aumento gli ingressi legali e non. Crescono anche le domande dei richiedenti asilo, in due mesi presentate oltre 5.000 domande, più del doppio rispetto agli scorsi anni

Cile, un nuovo omicidio di Stato contro il popolo mapuche

Loading

Proteste a Santiago per la morte di Camillo Catrillanca, a cui i carabinieri del corpo antiterrorismo hanno sparato alle spalle mentre guidava il suo trattore

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment