Murdoch e governo inglese Un incontro ogni tre giorni

Loading

LONDRA — Sull’agenda di David Cameron il nome Murdoch compare troppo spesso. Downing Street ha reso noto il numero di incontri tra governo e vertici di News International, il braccio britannico di News Corporation, avvenuti negli ultimi 14 mesi. In media uno ogni tre giorni. A dispetto delle intenzioni dell’operazione trasparenza, i dati sulla fitta trama di contatti sollevano nuovi dubbi sulla gestione dei rapporti tra media e politica da parte del premier.
Venti esponenti della coalizione hanno incontrato in 130 occasioni dirigenti del gruppo guidato dal tycoon australiano. Appuntamenti ai quali hanno partecipato anche il primo ministro Cameron— dalle elezioni del 6 maggio 2010, 26 incontri con manager e giornalisti, più del doppio rispetto ai contatti con altre società  â€” il cancelliere dello scacchiere George Osborne, i ministri di Difesa e Cultura che hanno inaugurato il mandato incontrando direttamente Rupert.
Tutto in una fase cruciale per la scalata di Murdoch a BSkyB, il primo operatore pay-tv del Regno (News Corp è già  azionista di maggioranza): il progetto è stato sospeso in seguito alle rivelazioni sui metodi di spionaggio usati dal settimanale News of the World chiuso due settimane fa. Dopo aver ricevuto il compito di monitorare l’offerta da 8 miliardi di sterline presentata dalla multinazionale, a gennaio il responsabile della Cultura Jeremy Hunt ha visto due volte James Murdoch, figlio di Rupert, ora indebolito presidente di BSkyB. Oggi si terrà  la prima riunione del consiglio direttivo di BSkyB dal ritiro dell’offerta: potrebbe essere decisiva per il futuro di Murdoch Jr. Tra i ministri, il record di appuntamenti con Rupert va al responsabile dell’Istruzione Michael Gove (6), ex giornalista del Times.
Delicata la posizione di Osborne, amico di James e della sorella Elisabeth, buon «contatto» di News International (16 incontri solo dal maggio 2010) e dell’ex ad Rebekah Brooks, noto per aver proposto nel 2007 il giornalista Andy Coulson, arrestato lo scorso 8 luglio, come responsabile delle comunicazioni di Cameron. L’anno scorso, un mese dopo il voto, Coulson partecipò a un pranzo nella mensa di Scotland Yard con Ed Llewellyn (capo dello staff di Cameron), l’ «Uomo Lupo» Neil Wallis (ex News of the World e all’epoca consulente della polizia, oggi agli arresti), Sir Paul Stephenson (ex capo di Scotland Yard, che si è dimesso il 17 luglio).
Un altro incontro desta sospetti. Il 17 dicembre 2010 Osborne pranza con Murdoch padre a New York. Quattro giorni più tardi il ministro delle Attività  produttive Vince Cable è estromesso dalla supervisione dell’operazione BSkyB. Aveva dichiarato «guerra a Rupert Murdoch» .


Related Articles

Dandong, la città  fantasma. Tra grattacieli incompiuti e fango

Loading

Nel 2010 Pechino e Pyongyang decisero di creare una zona economica speciale. L’hanno chiamata «la pianura dell’oro», due isole sul fiume Yalu alla frontiera Ma Cina, Corea del Sud e Giappone organizzano già  una nuova zona di libero scambio

I misteri di Tianjin Cosa è successo nella città portuale?

Loading

 A cinque giorni dall’esplosione, corsa contro il tempo per ripulire l’area dal cianuro. Mentre la censura blocca le notizie (e le proteste)

Guerra di classe nel Budget 2018 di Trump, l’America senza cure e con più armi

Loading

Robin Hood alla rovescia. Con il bilancio presentato dall’amministrazione Usa i miliardari saldamente installati alla Casa Bianca non fanno più alcun mistero dei loro scopi

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment