Italia in recessione: nel quarto trimestre Pil a -0,7%

Loading

Nel quarto trimestre, però, il Pil è diminuito dello 0,7% congiunturale (mensile) e dello 0,5% tendenziale (annuo). Si tratta quindi di recessione tecnica, essendo il secondo trimestre consecutivo che il Pil cala (nel terzo trimestre è calato dello 0,2% congiunturale).

L’Istituto, aggiunge, che il quarto trimestre del 2011 ha avuto tre giornate lavorative in meno rispetto al trimestre precedente e due giornate lavorative in meno rispetto al quarto trimestre 2010.

Il confronto internazionale
Nello stesso periodo, aggiunge l’istituto di statistica, il Pil su base trimestrale è aumentato dello 0,7% negli Stati Uniti ed è diminuito dello 0,2% nel Regno Unito e dello 0,6% in Giappone. Rispetto al quarto trimestre 2010, invece, il Pil è cresciuto dell’1,6% negli Usa e dello 0,8% in Gran Bretagna, mentre è calato dell’1% in Giappone.

Debito pubblico in crescita
Sempre in giornata sono arrivati i dati di Banca d’Italia sul debito pubblico italiano, cresciuto a dicembre 2011 di 55 miliardi rispetto alla fine del 2010, passando da 1.842,856 miliardi di dicembre 2010 a 1.897,946 miliardi di fine 2011. L’incremento è del 2,98%.

Sulla base di queste indicazioni il rapporto tra il debito pubblico a dicembre 2011 e il Pil dell’Italia si attesterebbe tra il 119,5 e il 120%.


Related Articles

Psa compra Opel per 2,2 miliardi

Loading

L’operazione non stravolge la classifica dei costruttori ma apre nuovi scenari. Gm più debole in Europa potrebbe trovare una sponda in Fca o provare a fondersi con i francesi di Peugeot

Precari e donne, pensione ridotta fino al 15%

Loading

Allarme della Corte dei Conti sulla riforma. Da gennaio calcolo ad personam Inps    

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment