Nobel per la Pace, “premio per due campioni coraggiosi”

Nobel per la Pace, “premio per due campioni coraggiosi”

Loading

ROMA – Il Premio Nobel per la pace 2014 è stato conferito a Malala Yousafzai e Kailash Satyarthi, la studentessa e attivista pakistana per il diritto all’istruzione e l’attivista indiano per i diritti dei minori.

L’Unicef si congratula con l’accademia svedese per aver scelto “due tenaci difensori dei diritti dei bambini”.
“Il premio dimostra che i bambini rappresentano una forza per il cambiamento”. “Questo meritato premio per due campioni coraggiosi, arriva in un anno in cui la comunità internazionale celebra il 25° anniversario della Convenzione sui diritti dei bambini”.
“Questo premio sarà fonte di ispirazione per tutti i milioni di bambini sconosciuti e senza nome in tutto il mondo che ogni giorno combattono in silenzio per il diritto all’istruzione, il diritto ad essere ascoltati e ad essere protetti” dichiarano dall’associazione. “Il coraggio e la determinazione di Malala e Kailash rappresentano un urlo di protesta per i bambini di tutto il mondo”.

Anche il segretario generale di Amnesty International, ha dichiarato:
“Il lavoro di Kailash Satyarthi e Malala Yousafzai rappresenta la lotta di milioni di bambini in tutto il mondo. Questo è un premio per i difensori dei diritti umani che sono disposti a dedicarsi interamente alla promozione dell’educazione e dei diritti dei bambini più vulnerabili del mondo. Il Comitato del Premio Nobel ha riconosciuto l’importanza fondamentale dei diritti dell’infanzia per il futuro del nostro mondo. La scelta dei premiati dimostra che questo è un problema che conta per tutti noi, non importa quale sia la nostra età, il nostro genere, il nostro Paese o la nostra religione”. “Malala offre un potente esempio che ha ispirato persone di tutto il mondo e che è stato meritatamente riconosciuto dal Comitato per il Nobel. Il coraggio che ha mostrato di fronte a tale avversità è una vera ispirazione. Le sue azioni sono un simbolo di ciò che significa difendere i diritti, con la semplice richiesta di soddisfare il diritto umano fondamentale all’istruzione. Kailash Satyarthi ha dedicato la sua vita ad aiutare i milioni di bambini che in India sono ridotti in schiavitù. Il suo premio è un riconoscimento alla instancabile campagna condotta da decenni dagli attivisti della società civile contro la tratta dei bambini e il lavoro minorile in India”.

© Copyright Redattore Sociale



Related Articles

OBAMA EN LA HABANA. EL HOMBRE QUE VINO CON LA LLUVIA

Loading

Relajada y sonriente, a pesar del agua, los paraguas, y del nivel más bien intermedio del comité de recepción, la familia Obama ha saludado a sus anfitriones

Il diritto di procreare

Loading

C’è voluta una sentenza della Corte Costituzionale perché gli italiani potessero riappropriarsi di un proprio diritto. Eppure è successo, e questa è comunque una bella notizia.

Myanmar. 139 dissidenti condannati a morte dalla giunta golpista

Loading

Alto commissario Onu per i diritti umani: «Strumento per schiacciare l’opposizione». Dall’inizio del golpe oltre 16.500 persone sono state arrestate e più di 2.500 sono state uccise dai militari

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment