Afghanistan Via i primi 650 militari Usa ritiro completo entro il 2014

Loading

Il primo contingente di seicentocinquanta militari della Guardia nazionale dell’Iowa ha già  lasciato la propria postazione nella provincia di Parwan, situata a nord ovest della capitale Kabul, e non sarà  rimpiazzato con altre unità . Le operazioni di ritiro dovrebbero concludersi definitivamente nel 2014 e prevedono il ritorno a casa di 33mila uomini, un terzo del totale, entro la prossima estate, come già  annunciato a fine giugno dal presidente Barack Obama. Il controllo dovrebbe passare progressivamente alle autorità  afghane.
Gli Stati Uniti hanno inviato nel paese circa centomila soldati, finora hanno fornito più di due terzi delle truppe della coalizione internazionale dispiegata nel paese.


Related Articles

Paralizzato dai guerriglieri “E di me se ne fregano tutti”

Loading

Il portiere del Togo vittima dell’attentato di due anni fa. Morirono in tre sotto i mitra dei terroristi angolani, Obilalé vive sulle stampelle in Bretagna: “Me lo sogno ancora ogni notte” 

«Ora via da Kabul» , cresce il fronte trasversale

Loading

Non c’è solo quella che un tempo veniva chiamata sinistra radicale, adesso fuori dal Parlamento, con Nichi Vendola e la sua richiesta di «chiudere con il pantano militare afghano» . Non c’è solo l’Italia dei valori, con Antonio Di Pietro che certifica il voto contrario dei suoi perché «stiamo facendo la guerra» ed «è contro la Costituzione» .

Opac ancora ferma, giornalista Usa contesta attacco chimico a Douma

Loading

Siria. Dopo Robert Fisk, anche il reporter Usa Pearson Sharp, di One American News, riferisce di non aver trovato conferme dell’attacco con armi chimiche attribuito alle forze governative siriane

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment