Le buone pratiche contro l’Apocalisse umanitaria

Le buone pratiche contro l’Apocalisse umanitaria

E’ stato presentato il quindicesimo rapporto sui Diritti Globali, intitolato ‘Apocalisse umanitaria’, realizzato da Societa’ INformazione ed edito dalla Cgil. Il curatore, Sergio Segio, ha spiegato ai nostri microfoni: “Il quadro dei diritti a livello globale è sempre più fosco. Le guerre proliferano e non accennano a fermarsi. Ma in questo nuovo rapporto abbiamo voluto dedicare un capitolo ai piccoli segnali di speranza”. Patrizio Gonnella, dell’Associazione Antigone, ha aggiunto: “Si cerca di superare i pregiudizi e di raccontare cosa è successo ai diritti umani nel corso di anno”. Anche il segretario generale di Actionaid Marco De Ponte ha dato la sua opinione sul rapporto: “La crisi è una crisi della cittadinanza. Non basta l’opera legislativa ma è necessario investire nella partecipazione civica”. Infine la preoccupazione di Francesco Martone, di In Difesa Di: “E’ un quadro estremamente allarmante”. (Andrea Corti/alaNEWS)

 



Related Articles

Alle radici dell’aumento delle violenze razziste delle polizie

Da oltre due decenni si assiste a una continua riproduzione di violenze razziste e persino assassinii da parte di agenti delle polizie. L’aumento della criminalizzazione molto spesso razzialmente connotata è fenomeno comune a tutti i paesi

Il Rapporto sui diritti globali sabato 16 marzo all’ARCI Bellezza di Milano

È un mondo alla rovescia quello in cui le Organizzazioni Non Governative, che si organizzano e si adoperano per salvare vite umane, viene criminalizzato, ostacolato, calunniato, inquisito

I saharaui e la lotta per esercitare il diritto all’autodeterminazione

Intervista a Embarka Hamoudi Hamdi, ricercatrice UNESCO, a cura di Orsola Casagrande (dal Rapporto sui Diritti Globali 2013)

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment