Sbilanciamoci! Un bilancio di fine legislatura

Sbilanciamoci! Un bilancio di fine legislatura

Loading

Abbassare le tasse, accrescere l’occupazione (non spiegando come), sostenere le imprese e respingere i migranti per aumentare la nostra sicurezza: sono i messaggi più ricorrenti di una delle campagne elettorali più brevi e demagogiche della storia della Repubblica.

La propaganda politica rincorre a colpi di slogan l’emotività di un elettorato sfiduciato e incattivito, nel contesto di una crisi democratica che lo allontana sempre più da chi governa, ma dimentica di compiere un serio bilancio del punto in cui siamo e di prospettare un progetto lungimirante e complessivo per lo sviluppo e il futuro del Paese.

Se gli elettori fossero chiamati a esprimersi su ciò che è stato fatto nel corso della XVII legislatura, che cosa direbbero? Quali priorità dimenticate chiederebbero di affrontare?

A partire da questa domanda, la rete di ricercatori e collaboratori di Sbilanciamoci.info ha aperto in vista delle elezioni del 4 marzo un dibattito che approfondisce l’analisi delle principali storture prodotte da un sistema economico e finanziario che produce e amplia le diseguaglianze economiche e sociali.

Lavoro e diseguaglianze di reddito e di ricchezza, fiscal compact, banche e finanza, analisi delle politiche fiscali iniziando dalla proposta propagandistica della flat tax, gig economy, politiche industriali, industria 4.0 ed economia verde, politiche contro la povertà e sulle pensioni, sono solo alcuni dei temi affrontati in articoli di approfondimento, nel tentativo di produrre maggiore consapevolezza della posta in gioco il prossimo 4 marzo.

Parallelamente, le organizzazioni della campagna Sbilanciamoci! hanno realizzato il loro primo bilancio di fine legislatura, proponendo un’accurata ricostruzione dei provvedimenti normativi, degli indirizzi strategici e delle scelte di bilancio che hanno caratterizzato le politiche pubbliche degli ultimi cinque anni, a partire dai dati sulla spesa pubblica e dai principali indicatori sociali ed economici.

Il bilancio politico ed economico che ne risulta è molto magro e sbilanciato a favore dei soggetti e degli interessi più forti. Per questo il Rapporto di Sbilanciamoci! si chiude con un’agenda politica articolata in 10 macroproposte sistemiche, alternative e sostenibili rivolte alle forze che si candidano a governare il paese.

È su quest’agenda che il 15 febbraio Sbilanciamoci! chiama alcuni candidati a confrontarsi in un incontro con le organizzazioni aderenti.

L’appuntamento è a Roma, alle 17.00, in Largo dello Scautismo 1.

Partecipano insieme alle organizzazioni aderenti:

Luigi Ferrajoli (giurista e autore dell’introduzione al rapporto)
Viola Carofalo (Potere al popolo)
Lorenzo Fioramonti (M5S)
Pietro Grasso (Leu)

FONTE: Sbilanciamoci!, IL MANIFESTO



Related Articles

L’Europa arretra, in Italia meno consumi

Loading

 Il Pil del quarto trimestre in calo dello 0,6%. Confcommercio: acquisti giù del 2,4%

La Grande Unipol non scalda la Borsa

Loading

Cimbri:”Se i concambi non ci soddisfano lasciamo”. Le Coop approvano l’aumento.    Analisti scettici sulle stime di utili per un miliardo: Fonsai -1% in Borsa, i bolognesi +0,7%

Traballano anche gli 80 euro

Loading

Renzi: «Non siamo in grado di estendere la platea». Poi la toppa: «Ma ci proveremo». Il governo accusa le prime difficoltà su ripresa e conti. Non basta la fanfara del dl «Sblocca Italia»

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment