Confine Messico-Stati uniti: record di detenzioni, a luglio 212.600 persone

Confine Messico-Stati uniti: record di detenzioni, a luglio 212.600 persone

Migranti . L’amministrazione Biden già da tempo ha intrapreso una serie di azioni per reprimere il flusso dei migranti, tra cui l’aumento del personale intorno al confine

NEW YORK. Gli Stati Uniti hanno registrato un numero «senza precedenti» di migranti che cercavano di attraversare illegalmente il confine meridionale con il Messico. Ad affermarlo è stato il segretario per la sicurezza interna Alejandro Mayorkas, secondo il quale a luglio la dogana e l’ente di protezione delle frontiere hanno arrestato circa 212.600 persone.

Questo numero segna un aumento insolito rispetto al mese precedente, visto che i tentativi di attraversamento dei confini solitamente in estate diminuiscono per via delle alte temperature che si registrano in quella zona. Questa cifra record segna il numero mensile più alto di migranti detenuti al confine tra Stati Uniti e Messico in due decenni.

L’amministrazione Biden già da tempo ha intrapreso una serie di azioni per reprimere il flusso dei migranti, tra cui l’aumento del personale intorno al confine, il rafforzamento del personale medico, la ripresa di una procedura di espulsione accelerata per le famiglie di migranti, e l’organizzazione di voli per i migranti illegali che vengono mandati verso altre parti del confine o all’interno del Messico, tutte mosse che sono ora state rafforzate per dissuadere i migranti dal tentare nuovamente la traversata.

L’amministrazione Biden ha esteso a tempo indeterminato una politica dell’era Trump che consente l’espulsione rapida dei migranti incontrati al confine tra Usa e Messico, mentre decine di migliaia di migranti continuano ad attraversare il confine. L’autorità per la salute pubblica è stata invocata all’inizio della pandemia di coronavirus ed è stata criticata da avvocati ed esperti sanitari secondo i quali la mossa non solo non ha basi sanitarie, ma mette in pericolo i migranti.

* Fonte: Marina Catucci, il manifesto



Related Articles

India, la Corte suprema invoca pena di morte per i ‘delitti d’onore’

La proposta è stata avanzata nel corso della lettura della sentenza di condanna contro un uomo che aveva ucciso la figlia

“E’ ora di eliminare queste barbare pratiche feudali che sono un insulto per la nostra nazione. Tutti coloro che hanno intenzione di commettere un omicidio d’onore devono sapere che c’è la forca ad attenderli”, con queste parole un giudice della Corte Suprema indiana ha espresso l’intenzione di introdurre la pena di morte contro i cosiddetti “delitti d’onore”, compiuti in nome della reputazione e solitamente legati ai rapporti familiari.

Grecia. Assassinato sotto casa il giornalista Georgios Karaivaz

L’omicidio. Il noto giornalista di cronaca nera stava indagando su un caso di pedofilia e i suoi collegamenti con il gruppo dirigente di Nuova Democrazia

Associazioni e coop: una proposta di legge contro la povertà 

I paesi europei prevedono in forme diverse misure di sostegno al reddito, uniche eccezioni Grecia, Ungheria e Italia, dove il governo Berlusconi prosegue a tappe forzate verso la dismissione del welfare. Nel 2010 il Fondo Nazionale Politiche Sociali era di 374 milioni di euro, l’esecutivo a febbraio scorso aveva annunciato un taglio del 41% portandolo a 273 milioni, questa settimana informano dall’assessorato campano all’Assistenza sociale la cifra è scesa ulteriormente a 179 milioni di euro per il 2011.

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment