Obama avverte Khamenei “Siamo pronti a intervenire”

Più volte minacciata dalle autorità  iraniane, l’eventuale chiusura dello stretto – dove transita il 40% del petrolio trasportato via mare – per gli Stati Uniti è considerata una ‘linea rossa’ invalicabile: se qualcuno decidesse di valicarla – è l’avvertimento fatto giungere direttamente al leader supremo iraniano – questo provocherebbe una risposta sicura degli Usa. Intanto ieri una folla di migliaia di persone ha partecipato a Teheran, al termine della Preghiera del Venerdì, ai funerali di stato per lo scienziato nucleare Mustafa Ahmadi-Roshan, ucciso mercoledì da una bomba, attribuita dal regime iraniano alla Cia e al Mossad. La salma è stato sepolta in un cimitero a nord della capitale. I manifestanti hanno scandito “Morte agli Stati Uniti, a Israele, alla Gran Bretagna”, esibendo cartelli col ritratto di Barack Obama con la scritta “terrorista”.


Related Articles

Romney svela le tasse: paga il 14%

Mossa a sorpresa mentre i finanziatori scappano e i sondaggi vanno giù

Sulla Siria l’ombra dello scontro Usa-Russia

Kiev-Damasco. Il confronto rovente tra Washington e Mosca rischia spostarsi sulla scena mediorientale di alimentare la guerra civile siriana. Ieri arrestato al confine con il Libano il famoso regista siriano Mohammed Malas

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment