Sono 885 mila le donne occupate in Veneto, il 41% del totale dei lavoratori

VENEZIA – Sono 885 mila le donne occupate in Veneto nel 2011: il 41,5% dell’occupazione totale e il 46,5% della componente dipendente. Le disoccupate invece sono 60 mila, oltre la metà  delle persone senza lavoro (54%). Le lavoratrici sono più giovani degli uomini (il 47,3% è under40 contro  il 43,4% dei maschi) e più istruite (il 59% ha un titolo di studio superiore alla maturità , contro il 47,9% degli uomini). La fotografia dell’occupazione femminile in tempo di crisi è scattata dalla Commissione regionale Pari opportunità , che ha promosso il rapporto “Il lavoro delle donne in tempo di crisi nella regione Veneto”, condotto da Veneto Lavoro e presentato oggi a Venezia.

Pesante è stato l’abbattersi della crisi sulla componente femminile dal 2008 a oggi: dei 70 mila dipendenti che hanno perso il lavoro un terzo era costituito da donne. Il settore in cui il danno è stato maggiore è quello del “made in Italy”. Come risultato, le donne si sono riversate nel lavoro domestico (83%), settore che nel 2011 registra sempre maggiori assunzioni, anche di collaboratrici italiane. Parallelamente, continua il boom del lavoro intermittente +22% di assunzioni.

Il rapporto della Commissione regionale indaga anche la presenza femminile nella formazione professionale: 4.273 sono le donne che nel triennio 2008-2010 hanno portato a termine un corso di formazione triennale (37,4%). Negli indirizzi formativi continua la differenziazione di genere: gli ambiti in cui è quasi esclusiva la presenza femminile sono estetista, confezionista-modellista, accoglienza turistica, acconciatore, operatrice di punto vendita, segretaria. Il perdurare degli stereotipi nel lavoro femminile è proprio una delle criticità  evidenziate dall’indagine, che mette anche in luce la scarsa presenza e la rigidità  dei servizi a sostegno delle famiglie, uno dei principali limiti alla presenza delle donne in percorsi di formazione.


Related Articles

Acqua potabile negata a oltre 400 milioni di bambini: l’Unicef partecipa alla marcia di New York

In occasione della Giornata mondiale, l’organizzazione dell’Onu richiama l’attenzione sul fatto che ogni anno la mancanza del servizio idrico provoca

L’orgoglio greco nella notte del no

La festa spontanea a piazza Syntagma, subito dopo i primi risultati. Migliaia di bandiere greche, per strada un’intera generazione di giovani travolta dalla crisi

Prove generali di sciopero

Sindacati pronti a tornare indietro se ci sarà  apertura al dialogo, ma il governo tira dritto

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment