Corea del Sud Vince Park, la prima volta di una donna la figlia del dittatore sarà  presidente

La conservatrice, figlia dell’ex dittatore Park Chung-hee che dopo il golpe militare del 1961 guidò il Paese fino al 1979, ha sconfitto il suo rivale Moon Jaein, candidato del Partito Democratico. Una vittoria che riscatta la sconfitta del 2007, quando alle primarie fu superata dall’attuale presidente Lee Myung-bak, in carica fino a febbraio. La 60enne che nel settembre scorso si sentì in dovere di presentare delle pubbliche scuse per le violazioni dei diritti umani commesse sotto il regime del padre, si dice pronta ad aprire un dialogo con la Corea del Nord, ma ha chiesto a Pyongyang di rafforzare gli sforzi per lo smantellamento nucleare.


Related Articles

Mozambico. Offensiva jihadista a Cabo Delgado, 180 persone bloccate in albergo

Spettacolare attacco dei miliziani di Ansar al-sunna al-Shabaab alla città di Palma, centro nevralgico di un gigantesco investimento per l’estrazione di idrocarburi. Popolazione in fuga e lavoratori delle numerose società impegnate nella zona rifugiati nell’hotel sotto assedio

Libano. Tra le rovine di Beirut e della sanità pubblica avanza il Covid-19

Ieri nuovo record di casi, Msf: «Una crisi come nella guerra civile». Emergenza lavoratori migranti: abbandonati senza assistenza. Macron intima all’Iran di non interferire. Conte forse nella capitale dopo ferragosto

Fatah sconfitta al voto

TERRITORI PALESTINESI – Deludenti per l’Anp i risultati delle amministrative
«Fatah ha combattuto contro se stesso» spiega, a proposito del risultato delle elezioni amministrative palestinesi del 20 ottobre, il professor Nashat Aqtash dell’Università  di Bir Zeit. Ha combattuto e ha perduto, aggiungiamo noi. Già , perchè nel match Fatah contro Fatah, o per essere più precisi, tra Fatah e i suoi dissidenti divenuti «indipendenti», il partito del presidente dell’Anp Abu Mazen è riuscito a perdere.

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment