Migranti. I video con i morti a Ceuta-Melilla e la polizia violenta

Migranti. I video con i morti a Ceuta-Melilla e la polizia violenta

Loading

Vittime della calca, dicono i media mainstream. Ma i documenti video mostrano le violenze inaudite e gratuite della polizia.
Una polizia che uccide, proprio come le politiche di chiusura dell’Europa Fortezza, che eccezionalmente e transitoriamente si apre per i profughi ucraini, ma per confermare la regola della chiusura ermetica. Una chiusura disumana e assassina.

Il premier spagnolo Pedro Sanchez, ha parlato di un assalto al confine – presidiato da 1500 agenti –  organizzato da mafie, che ha provocato vittime. Può essere, ma, da quel che i video mostrano, si tratta di mafie in divisa, e impunite.

Guarda qui il video: ceuta&mellila

 



Related Articles

Amnesty: crimini contro l’umanità  in Siria, ma la comunità  internazionale tace

Loading

  Ahmed Abu Libdeh morto mentre era in custodia © Archivio privato

In un nuovo rapporto sulla Siria, Amnesty International sostiene che “i metodi brutali usati nelle devastanti operazioni di sicurezza a Tell Kalakh possono costituire crimini contro l’umanità “. Il rapporto, intitolato “Repressione in Siria: il terrore a Tell Kalakh” (in inglese in.pdf), denuncia decessi in carcere, torture e detenzioni arbitrarie nel contesto dell’offensiva condotta a maggio dall’esercito e dalla polizia siriana contro gli abitanti della città , situata vicino al confine libanese.

Sedici ribelli impiccati in carcere Riformisti ancora nel mirino

Loading

Iran /NONOSTANTE LE APERTURE PROMESSE DA ROHANI
Èdi 16 il numero di ribelli impiccati nella regione sud orientale dell’Iran, il Sistan e Baluchistan. Secondo la stampa filo-governativa, si tratta di una ritorsione avvenuta in seguito alla morte di 14 guardie doganali e al ferimento di altre forze di sicurezza dello scorso venerdì.

Bocche cucite e rifiuto del cibo Nuova protesta al Cie di Roma

Loading

 Il Viminale ai prefetti: centri saturi, trovate altre strutture

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment