INTERNAZIONALE

Back to homepage

Afghanistan. I soldati italiani se ne vanno, le stragi restano

Afghanistan. Nel quartiere hazara di Kabul, reportage dalla scuola in cui un mese fa hanno trovato la morte 72 studentesse. Ieri il generale Frank McKenzie, a capo del Centcom, ha dichiarato che «metà del ritiro è stato completato». Anche quello dei soldati italiani è stato accelerato

Read More

Messico. La coalizione Morena vince, ma López Obrador perde la maggioranza

Tornata elettorale amara per il presidente in carica, Andrés Manuel López Obrador. A votare è stato poco più del 50% della popolazione, dato ben al di sotto di quello di 3 anni fa. Nella capitale il partito del presidente perde quattro municipi rispetto al 2018

Read More

Perù. Lotta all’ultimo voto, Pedro Castillo sorpassa al fotofinish

Ballottaggio presidenziale . Quasi presidente il maestro e leader sindacale che fa sognare la fine del fujimorismo. Decisivo l’afflusso dei voti dalle zone rurali. Malgrado il clima tossico il leader di Perù libre ci crede: «Mai più poveri in un paese ricco»

Read More

Nicaragua. Gli Ortega si liberano anche dell’ultima avversaria

Arresto e candidatura inibita per Cristiana Chamorro, che in poche settimane aveva raggiunto il 21% nei sondaggi. Figlia della ex presidente Violeta Barrios de Chamorro, era per Ciudadanos por la Libertad, formazione nata dopo la rivolta popolare dell’aprile 2018. La tragedia politica nicaraguense continua

Read More

Etiopia. Dopo la guerra nel Tigray arriva la carestia : «Crimine di fame»

Etiopia. Secondo i dati Onu il 90% della popolazione necessita di aiuti alimentari. E i giornalisti restano nel mirino del governo etiope. Secondo il sottosegretario generale per gli Affari umanitari Mark Lowcock «il 20% dei 6 milioni di tigrini dopo sette mesi di conflitto affronta una seria penuria di cibo»

Read More

Francia «legge e ordine», Macron lancia gli Stati generali della giustizia

Non è solo più il Rassemblement national a declamare «legge e ordine», ma anche i Républicains difendono l’istituzione di pene automatiche, il raddoppio della pena se la vittima è nelle forze dell’ordine, la messa sotto controllo giudiziario all’uscita dal carcere dopo aver scontato la pena per i condannati per terrorismo

Read More

Mali. Il neopresidente Goïta tira dritto, la Francia congela la missione Barkhane

Transizione turbolenta. Parigi preoccupata per l’influenza che l’imam Dicko, favorevole ad aprire un tavolo con i jihadisti, potrebbe avere sul nuovo premier pescato dai militari tra le file del Movimento 5 giugno

Read More

Yemen. Sulla linea del fronte della guerra, in lotta per la vita

La testimonianza. Nello Yemen malgrado il cessate il fuoco i civili continuano a morire. E 16 milioni di persone restano senza assistenza umanitaria. Reportage dai villaggi più esposti al confitto e dall’ospedale di Medici senza frontiere a al-Mokha, un gioiello in un Paese distrutto

Read More

Israele. Al via il governo senza Likud e Netanyahu: Yair Lapid diventa premier

il premier incaricato Yair Lapid (Yesh Atid) e i leader dei partiti che formano il «Gush Shinui», il «Blocco del Cambiamento», si sono riuniti ieri sera. La nuova maggioranza è composta da otto partiti di centro, destra e sinistra. E include, fatto senza precedenti, anche un partito arabo e islamista, Raam

Read More

Leggi antiterrorismo, la Francia estende l’eccezione e i poteri di polizia

Sicurezza. L’Assemblea nazionale discute la nuova legge, già passata in commissione. Critico il Consiglio di Stato: rischio di incostituzionalità

Read More

Voto a Cipro. Avanza l’ultradestra Elam, succursale di Alba dorata

Elezioni parlamentari. Disy, del presidente conservatore Anastasiades, resta primo partito nonostante gli scandali. Crollo della sinistra, i comunisti con il 22,3% al loro minimo storico

Read More

La Danimarca aiutava gli Stati Uniti a spiare Angela Merkel

Il grande orecchio. Otto anni dopo il Datagate un’inchiesta svela il complice. Snowden: «Biden sapeva». L’intelligence di Copenaghen ha fornito l’accesso ai dati provenienti da cavi sottomarini

Read More

Algeria al voto, con duemila arresti e una campagna elettorale di protesta

Il 12 giugno al voto. In tre settimane oltre 2mila arresti, frutto della nuova legge per limitare le manifestazioni. «Oltre 180 sono in detenzione, in queste tre settimane dall’ingresso della nuova legge del ministero dell’interno» – ha riferito Saïd Salhi, vicepresidente della Lega algerina per la difesa dei diritti umani

Read More

Iraq. Lavoratori più poveri e senza diritti, lo sfruttamento trionfa

#mediorientexpress. Sindacati troppo deboli, l’unica è scioperare. Ma chi lo fa viene accusato di terrorismo. I bambini sfruttati sono la norma. E la pandemia produce altri due milioni di disoccupati

Read More

Sánchez verso l’indulto per la questione catalana, ma la destra si scatena

Spagna. Dal 1996 a oggi sono stati approvati più di 10 mila provvedimenti di indulto. Ma l’indulto ai politici catalani ha scatenato un finimondo politico: prevedibilmente, nella destra di Pp, Vox e Ciudadanos. Contro anche una parte del Psoe. Voci critiche tra gli indipendentisti

Read More

Pandemia. Scontro sull’origine del virus, ma USA e Cina tornano ai dialoghi commerciali

Washington/Pechino. La questione è quella che sembrava aver stancato tutti, tranne i solerti compositori di frizioni internazionali, ovvero quella del laboratorio di Wuhan. Quella di Biden è una mossa tattica, che gli consente di tenere alta la pressione internazionale sulla Cina

Read More

Gaza. L’Onu parla di «crimini di guerra d’Israele», ma i media tacciono

Informazione italiana. L’atteggiamento nostrano è questo: “Se ne riparlerà alla prossima eruzione”, come se Gaza e la Palestina fossero un fenomeno naturale, come Stromboli. Eppure anche lì il vulcano non dorme mai

Read More

Mali. Golpe su golpe, tutto il potere ai militari con il colonnello Goïta

Dimissioni dopo l’arresto per il presidente ad interim Bah N’Daw e il premier Moctar Ouane, tutto il potere ai militari. A Bamako regna la confusione: missione “impossibile” della Cedeao, mentre i lavoratori sospendono lo sciopero generale e le opposizioni appaiono divise

Read More

Mali: golpe a ripetizione, transizione decapitata

Secondo putsch dei militari in dieci mesi. Dal rimpasto di governo all’arresto di premier e presidente ad interim in pochi minuti. La mossa drastica del colonnello Assimi Goïta nel Paese paralizzato dallo sciopero generale. Sdegno unanime della comunità internazionale

Read More

Comunità internazionale contro la Bielorussia per l’aereo dirottato e il giornalista rapito

Insieme a Protasevich, che rischia fino a 12 anni di carcere per incitamento al disordine pubblico e all’odio sociale (o addirittura la pena di morte, nel caso in cui venga confermato il reato di terrorismo), è stata arrestata anche la fidanzata Sofia Sapega. Il ministro degli Esteri russo ha confermato di aver chiesto alle autorità di Minsk l’accesso consolare

Read More