Tag "Marco Revelli"

Back to homepage

Piazze e pandemia. Il Green pass e la cultura del sospetto come fenomeno Pop

Un provvedimento-simbolo come il Green Pass che in tempi di pandemia mortale appare mera proposta di buon senso e senza dubbio male minore, e che invece viene identificato come attentato a una libertà confusa con l’affermazione dell’assoluto diritto al proprio personale capriccio

Read More

La giungla della logistica e i buchi neri del capitalismo

Logistica. Adil era il coordinatore novarese del Si Cobas, sindacato radicatissimo nel comparto ma spesso ignorato o marginalizzato ai tavoli negoziali, aveva 37 anni, due figli, e la dignità di chi non abdica ai propri diritti. È un anticipo di come questi padroni intendono la “ripartenza” e interpretano la fine del blocco dei licenziamenti

Read More

Il CPR uccide: la morte di Moussa pesa come un macigno

Si chiamava Moussa Balde, veniva dalla Guinea, il 29 luglio avrebbe compiuto 23 anni. Nella sua morte c’è il segno di una condanna inespiabile per tutto il nostro mondo supponente e indecente. Per le autorità (funzionari di polizia, magistrati, secondini) che ne hanno deciso la detenzione senza interrogarsi sull’ignominia che compivano

Read More

Pandemia. La lotta di classe a colpi di virus

Che il virus, come la sfortuna, non fosse cieco, anzi ci vedesse benissimo – che fosse dotato di una solida coscienza di classe alla rovescia, colpendo molto più duro in basso che in alto -, l’avevamo capito

Read More

L’Italia di sotto. Il prezzo pagato dai lavoratori e l’urgenza di un vero New Deal

C’è una parte di Paese che ha pagato in modo feroce il proprio prezzo al virus, e che ora rischia di continuarlo a pagare a una congiuntura che non promette niente di buono

Read More

Vogliono tutto. Confindustria all’assalto del Palazzo

Media e governo. Gli industriali vogliono tutto, subito e cash. Il governo non deve piegarsi ma dare risorse a sanità e territorio, accorciando l’orario di lavoro di chi manda avanti il paese

Read More

Pandemia. “Armiamoci e partite”: lavoro coatto come al fronte, senza tutele

Sono bastati pochi giorni di confinamento per tornare a separare, come il grano dal loglio, essenziale e superfluo: la composizione sociale messa al lavoro sul necessario e quella posizionata sull’inutile, con la seconda confinata a casa e la prima sottoposta a una mobilitazione totale simile a quella bellica

Read More

L’umano e il disumano al tempo del coronavirus. Il ground zero dell’Italia

Decreto Coronavirus. In medio stat virus, vien da dire. Nel senso che è quello il microscopico luogo geometrico in cui precipitano e si rivelano tutte le linee di crisi del nostro tempo

Read More

Caso Gregoretti. La maledizione dei due Matteo

Ora, se le cose (della politica, ma non solo) conservassero un qualche senso, una giornata così dovrebbe poter essere considerata una vittoria per la maggioranza giallo-rosa, che ha “messo sotto” il suo principale sfidante. Invece no

Read More

Le ambivalenze dell’anno alle spalle e di quello che ci aspetta

E se, anziché dispensare consigli, provassimo a fare almeno un po’ la nostra parte di umili e normali portatori di resistenza e conflitto nei luoghi in cui viviamo e lavoriamo?

Read More

La società intossicata, tra declino e ripresa di movimenti

Se il Rapporto Censis fotografa un Paese in declino, le piazze piene di queste settimane esprimono una controtendenza al disfacimento della società e al suicidio della politica

Read More

Ilva è una macchina assassina, nazionalizzare per fermarla e cambiarla

Taranto. Fin dagli anni ’60 la storia dello stabilimento è piena di morti. Dentro e fuori la fabbrica. Ogni discussione sul suo futuro non può prescindere da questo dato di fatto

Read More

TAV. L’utilizzatore finale della sceneggiata parlamentare

Una questione grave, tecnicamente complessa, su cui grava una pesante ignoranza dei dati reali e un carico di interessi gigantesco, liquidata, in una mattinata di fine stagione

Read More

Una crisi irreale mentre il Paese affonda

Un governo morto che non muore. Un’opposizione che si vorrebbe viva e rigenerata, che non riesce a opporsi a nulla. Un popolo che non è popolo ma coacervo di individui rancorosi e competitivi

Read More

Mezzogiorno. Il ruolo cruciale del sindacato contro la “secessione dei ricchi”

Oggi la manifestazione. Una risposta concreta, collettiva, partecipata, che ripropone lo spirito dei tempi in cui appunto si era capaci di vincere

Read More

Salvini a Milano. Un palco nero aggressivo ma fragile

Proprio di fronte al palco su cui sfilavano i campioni dell’onda nera, era srotolato un lungo striscione con su scritto «Restiamo umani». Sullo stesso balcone uno Zorro in perfetto costume disegnava nell’aria a colpi di fioretto. Era la sintesi dell’alternativa che c’è, e cresce nel Paese: umanità e ironia.

Read More

Salone del Libro. Un macigno che pesa su una politica apatica

Lo scandalo più grande, non è solo lo sfregio che lo stand fascista porta a Torino, ma quello, enormemente più grave, rappresentato da un ministro che da quell’editore filo-fascista e filo-nazista pubblica

Read More

la sfida alla democrazia e al senso di umanità di Salvini e dei galoppini a 5 stelle

Si impone, oggi, una mobilitazione eccezionale, all’altezza della gravità dei tempi. L’appello «Non siamo pesci» affinché venga immediatamente istituita una Commissione parlamentare d’inchiesta sulle stragi in mare è un primo passo

Read More

Nella terra di nessuno dei valori, l’ostentazione del disumano in assenza di opposizione

Ricostruire un’articolazione tra l’opposizione morale – che resiste ma stenta a esistere – e un’opposizione politica che non c’è più e richiede una ricostruzione ab imis, diventa impellente e vitale

Read More

Alle radici dell’odio e del rancore

Un viaggio «di lavoro» dentro il «labirinto del sociale muto» alla ricerca del punto germinale di questa inedita cattiveria che tutti oggi ci colpisce

Read More