Telefonare senza fili con Internet: ecco i vantaggi

Avere Skype su un palmare può essere utile per essere raggiungibili ovunque e a costi quasi irrilevanti, grazie alla tecnologia ”Wi-Fi”. L’esperimento a Redattore Sociale, ma si tratta di un’opportunità in più per tutto il non profit


ROMA – Anche l’agenzia stampa Redattore Sociale utilizza da diversi mesi Skype per le proprie comunicazioni voce (oltre che per i messaggi scritti via chat) con la propria rete di corrispondenti. Ma è solo di questi giorni il test effettuato in redazione di un sistema wireless che consente di effettuare telefonate da dispositivi mobili (tipo palmari) sfruttando il Wi-Fi e Skype. Tale sistema è un modo estremamente innovativo di sostituire i cellulari con tecnologie mobili che veicolano la voce tramite l’Adsl e Internet. Per funzionare tale sistema ha bisogno di hot spot che in Italia si stanno diffondendo ad esempio con il movimento dei Foneros (www.fon.com, vedi lancio precedente) e con le connessioni gratuite installate da alcune amministrazioni comunali. Quando partirà il Wi-Max – ossia la connessione Wi-Fi estesa ad aree molto ampie – si prevede una crescita esponenziale dei palmari che riceveranno e veicoleranno telefonate su Adsl Internet scavalcando completamente i sistemi attuali di telefonia cellulare del tipo Tim, Vodafone, Wind, Tre. Il test realizzato da Redattore Sociale è servito a verificare e valutare le attuali tecnologie palmari dotate di Wi-Fi.


Related Articles

Ancora una volta per il mani­fe­sto

Cer­cherò di far fare, quanto è pos­si­bile per aiu­tare l’acqui­sto della testata « il mani­fe­sto » da parte della nuova coo­pe­ra­tiva, che ha avuto il merito di garan­tire l’uscita del gior­nale

Monti: «Fondamentale una stampa libera e indipendente» I parametri per ripartire il fondo: numero dei giornalisti e diffusione

Editoria, il premier: «Ora criteri oggettivi per i contributi»Sul Fondo, passato dai 138 milioni del 2011 ai 53 del 2012, il premier rassicura: «Non lo cancelleremo, ma per assegnarlo sarà  valutato l’effettivo impegno dei giornalisti e la reale diffusione delle testate»

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment