FERMATE LA GUERRA, VOGLIAMO SCENDERE. Il 20° Rapporto sui diritti globali

FERMATE LA GUERRA, VOGLIAMO SCENDERE. Il 20° Rapporto sui diritti globali

Conferenza internazionale sui processi di pace nel mondo

 Auditorium Santa Margherita

Venezia, 12-13 dicembre

 In occasione dell’uscita in libreria del 20° Rapporto sui Diritti Globali, il 12 e 13 dicembre, l’Associazione Società INformazione, che realizza il Rapporto, e l’Università di Ca’ Foscari – CESTUDIR organizzano all’Auditorium Santa Margherita la terza Conferenza Internazionale sui Processi di Pace ‘Fermate la guerra, vogliamo scendere’.

A ridosso della Giornata Mondiale per i Diritti Umani delle Nazioni Unite del 10 dicembre, la conferenza vuole fare il punto sui processi di pace nel mondo (Irlanda, Colombia, Paesi Baschi, Turchia, Kurdistan), ma anche favorire la creazione di meccanismi che attivamente si adoperino per la promozione del dialogo in quei processi che ancora non hanno visto alcun negoziato e che offrano una ‘rete di protezione’ e denuncia per quei processi conclusi (come quello colombiano) ma la cui implementazione è ancora molto precaria, oltre a dare voce ai rappresentanti di popoli per i quali non si intravvedono ancora soluzioni di pace e di giustizia, come i palestinesi e i saharawi.

La conferenza si inserisce nelle attività realizzate in occasione del ventesimo anniversario del Rapporto sui diritti globali e vedrà tra i relatori i protagonisti internazionali di molti dei processi di pace degli ultimi vent’anni (come il presidente del partito colombiano Comunes, Rodrigo Londono Echeverri, firmatario per le FARC-EP dell’accordo di pace con il governo colombiano nel 2016), o Adem Uzun (che ha partecipato al tentativo di negoziati di pace tra Turchia e PKK-Partito dei Lavoratori del Kurdistan a Oslo, per il Congresso Nazionale del Kurdistan) oltre a deputati europei ed accademici che hanno in molti modi accompagnato alcuni di questi processi.

Nel 2009 e 2010 Venezia aveva ospitato le prime due conferenze internazionali sui processi di pace.

La prima, nell’ambito del Padiglione Kurdistan Planet K, alla Biennale d’Arte, il 14 novembre 2009, svoltasi alla Biblioteca Marciana. Qui era stata annunciata la storica dichiarazione dell’Izquierda Abertzale basca di fare propri i principi di Mitchell e perseguire solamente per via democratica e pacifica la ricerca della pace.

In quell’occasione, il movimento di liberazione kurdo presentò la Road Map di Abdullah Ocalan.

Alla conferenza parteciparono, oltre ai rappresentanti politici baschi e kurdi anche rappresentanti politici nordirlandesi e il mediatore internazionale e avvocato sudafricano Brian Currin.

La seconda conferenza di pace si era svolta sempre a Venezia l’11 febbraio 2011 a San Leonardo, e aveva affrontato, da un lato, la mediazione per la risoluzione dei conflitti e, dall’altro, le proposte di nuovi modelli di governance delle città.

Nell’ambito della due giorni verrà presentato il 20° Rapporto sui Diritti Globali (lunedì, ore 17.30) e il 3° Quaderno sui Diritti Globali dedicato alla guerra in Ucraina (martedì, ore 14.30).

L’ingresso è libero ed è prevista la traduzione simultanea dall’inglese e dallo spagnolo.

 



Related Articles

Violenza di genere, impotenza del patriarcato

25 novembre. Come ogni anno, si ricordano il sacrificio e l’impegno delle sorelle Mirabal, torturate e uccise nella Repubblica Dominicana oppressa dal dittatore Trujillo, e le battaglie delle donne contro gli abusi

« i Nakba », la banca della memoria

Palestina. L’Ong israeliana Zochrot crea l’archivio interattivo. Per non dimenticare il 14-15 maggio di 66 anni fa, la cacciata e i 678 centri arabi distrutti con la nascita di Israele. Per il diritto al ritorno dei profughi

Tasi e Imu, ecco come e dove si paga

La mappa dei Comuni. La scadenza Tasi del 16 giugno per le abitazioni secondarie

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment