Nazioni Unite: inchiesta sulle bombe a Gaza, e critiche a Usa, Germania e Italia

Nazioni Unite: inchiesta sulle bombe a Gaza, e critiche a Usa, Germania e Italia

Dopo la dura introduzione dell’alto commissario Onu per i diritti umani Michelle Bachelet, che ha parlato di «crimini di guerra» e di «chiara violazione del diritto internazionale umanitario» nel conflitto tra Israele e Hamas, il Consiglio per i diritti umani dell’Onu ha approvato una risoluzione presentata dal Pakistan (per conto dell’Organizzazione della cooperazione islamica) che dà il via libera a un’inchiesta internazionale sui raid israeliani sulla Striscia, i razzi lanciati da Hamas su Israele e le violenze «sistematiche» commesse nei Territori palestinesi e Israele.

La risoluzione, passata con 24 voti a favore, 9 contrari e 14 astensioni, è stata bollata come «vergognosa» dal premier israeliano Netanyahu. Durante il dibattito è stato invece definito «inconcepibile» il fatto che che alcuni Stati come Usa, Germania e Italia forniscano ancora armi e assistenza militare a Tel Aviv.

 

* Fonte: il manifesto



Related Articles

La sconfessione del cattivismo

 

CI VOLEVA un Papa per chiedere scusa ai migranti senza beccarsi l’accusa di “buonismo”? Ci voleva un Papa per abolire la pena dell’ergastolo senza subire insinuazioni di compiacenza con gli assassini? Sarò ingenuo, ma penso sinceramente che non sia addebitabile a meri calcoli di natura servile la reazione, forse perplessa, ma pacata, ai messaggi di civiltà
lanciati da Francesco.

La repressione turca sbarca negli Stati Uniti

Turchia. Obama incontra Erdogan, fuori i servizi cacciano giornalisti e manifestanti. I due parlano di Siria, mentre Amnesty accusa Ankara (100 rifugiati siriani deportati ogni giorno) e Dundar e Gul affrontano la seconda udienza

Alloggi negati ai rom, lettera aperta a Moratti e De Corato: “Scelta razzista”

Sono 65 i firmatari, tra cui giornalisti, scrittori, artisti ma anche insegnanti, lavoratori precari: “Vi scriviamo per esprimervi tutta la nostra indignazione per la marcia indietro del comune”

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment