Gaza, voci ebraiche contro la crudeltà: il salvabile è ancora salvabile?

Gaza, voci ebraiche contro la crudeltà: il salvabile è ancora salvabile?

Loading

La crudeltà a Gaza e in Cisgiordania, ha oltrepassato ogni limite. Crediamo spetti agli ebrei della diaspora e a chiunque abbia a cuore il futuro di Israele e dei palestinesi appoggiare chi in Israele chiede le dimissioni del governo Netanyahu

 

Il livello di violenza e crudeltà in Palestina, nella striscia di Gaza e in Cisgiordania, ha oltrepassato da molto tempo ogni limite. Ci eravamo espressi a gennaio, in occasione del Giorno della Memoria, e lo facciamo di nuovo, a distanza di cinque mesi, perché l’inerzia e l’indifferenza di fronte alla strage della popolazione palestinese decimata e affamata è insopportabile.
Da mesi, la risposta di Israele all’aggressione di Hamas si è trasformata in guerra di sterminio contro il popolo palestinese. L’azione del governo Netanyahu sta infliggendo al Paese un vulnus che peserà per generazioni.

Il nome stesso di Israele, già compromesso, desta ora ostilità e disprezzo crescenti nel mondo, crea isolamento e insicurezza, e fomenta l’antisemitismo.

Crediamo che mai come ora spetti agli ebrei della diaspora e a chiunque abbia a cuore il futuro di Israele e dei palestinesi appoggiare le donne e gli uomini che in Israele, da settimane, si vanno ormai mobilitando non più solo per la liberazione degli ostaggi, ma chiedendo anche le dimissioni del governo Netanyahu. Sosteniamo gli israeliani che vogliono uscire dal tunnel di strage e distruzione in cui è stato trascinato il Paese.

Si cessi il fuoco immediatamente e sia adottato un piano che ponga fine alle sofferenze, ora.

Firmatari

Francesco Moshe Bassano, Guido Bassano, David Calef, Paola Canarutto, Giorgio Canarutto, Franca Chizzoli, Beppe Damascelli, Annapaola Formiggini, Paola Fermo, Sabetay Fresko, Bice Fubini, Nicoletta Gandus, Adriana Giussani Kleinefeld, Bella Gubbay, Joan Haim, Cecilia Herskovitz, Francesca Incardona, Stefano Levi Della Torre, Annie Lerner, Gad Lerner, Bruno Montesano, Guido Ortona, Giacomo Ortona, Bice Parodi, Mario Davide Sabbadini, David Terracini, Renata Sarfati, Eva Schwarzwald, Susanna Sinigaglia, Sergio Sinigaglia, Stefania Sinigaglia, Jardena Tedeschi, Mario Tedeschi, Fabrizia Termini, Claudio Treves, Roberto Veneziani, Micael Zeller, Marco Weiss.

Per adesioni: aderisco@maiindifferenti.it

Finora hanno aderito:

Irene Agovino
Maria Alampi
Massimo Arena
Mietta Albertini
Silvana Appiano
Gabriele Aronov
Paola Azzali
Claudio Azzimonti
Renzo Bacci
Alessandro Balducci
Nadia Baher
Danilo Barbieri
Stefano Bartolini
Saverio Benedetti
Daniele Benaroio
Elena Bolgiani
Gianfranco Bottoni
Ugo Brunoni
Andrea Bellelli
Gabriella Belvisi
Marina Benveniste
Anthony Gad Bigio
Laura Bosio
Angela Bresciani
Piero Budinich
Mariarosa Caldara
Giovanna Cardarelli
Alberto Castelli
Alessandro Cassin
Paola Cavallari
Luisa Cetti
Anna Chiarloni
Renata Colorni
Andrea Corbella
Giuliana Cunéaz
Albertina Cuppini
Guido Celentano
Lodovica Danieli
Antonella D’Arma
Maria De Giglio
Stefano de Crescenzo
Anna Grazia Del Monte
Iris Deutsch
Eleonora Dicati
Luciana Di Battista
Dario Di Nepi
Marco Di Castro
Donatella Di Cesare
Peggy Eskenazi
Giusi D’Urso Hermes
Mariannina Failla
Alessandra Elda Falcone
Deanna Farneti Cera
Carlo Fei
Lorenzo Feltrin
Assunta Ferrari
Maria Teresa Finzi
Alberto Fiz
Ida Finzi
Andrea Fioroni
Enrico Franco
Marco Francesconi
Roberta Foresta
Susanna Fresko
Michele Frova
Andrea Fubini
Bianca Maria Gabrielli
Elena Gaetti
Sylvie Galante
David Gentili
Arianna Ghilardotti
Franco Maria Giovannini
Giuseppe Girgenti
Lorenzo Gobbi
Maria Rita Grazioso
Gabriella Guerci
Roberto Gulli
Pietro Ioly Zorattini
Marco Gulli
Elena Gulli,
Paola Greco
Surya Greco
Simonetta Heger
Micol Incardona
Patrizio Innamorati
Helena Janeczek

Paolo Jedlowski
Emilio Jona
Fabrizio La Rosa
Stefania Jahier
Pietro David Jona Lasinio
Giovanni Jona Lasinio
Sergio Lattes
Giovanni Leone
Paola Leoni
Danielle Levy
Nathan Levi
Maurizio Lichtner
Fernanda Lupinacci
Giovanna Majno
Giorgio Marcon
Amelia Massetti
Maria Pia May
Guy Meltzer
Elisabetta Menetti
Nicoletta Meroni
Giorgio Mieli
Sara Modigliani
Guido Moltedo
Veronica Menghi
Chiara Milano
Giorgio Mosci
Piero Morpurgo
Gaddo Morpurgo
Anna Masturzo
Norma Naim
Alessandro Natalini
Nicoletta Nechama Alberio
Piero Nissim
Gianni Oropallo
Angelo Palozzo
Lorenzo Pedol
Andrea Pedol
Ghita Pedol
Francesco Pedol
Mario Pedol
Rosangela Pesenti
Andrea Parrino
Elisabetta Pellarin
Marina Piazza
Tamar Pitch
Rossella Perugi
Roberta Persieri
Marco Pierro
Annamaria Piussi
Stefania Portaccio
Simona Podestà
Stefano Poli
Antonio Prete
Francesca Romana Preziosi
Luciano Pulcrano
Alessandro Ramolini
Linda Ester Ravenna
Luciana Rebecchi
Giuseppe Reitano
Daniela Radaelli
Fabrizio Repetto
Patrizia Rigoni
Marco Riva
Chiara Rossi
Micol Roubini
Dario Davide Sabbadini
Luciana Scandiani
Fausto Sacerdote
Emilio Sacerdoti
Massimiliano Salvini
Roberto Saviano
Claudia Scott
Giovanni Scalabrini
Paul Sears
Margherita Sestieri
Giorgio Seveso
Marc Silver
Ralph Siegel
Benedetta Silj
Scilla Sonnino
Alessandro Soria
Mila Spicola
Ivana Staudacher
Eleonora Stillitani
Larry Stillman
Daniela Scotto di Fasano
Paolo Stucchi
Arturo Tagliacozzo
Roberta Tazzioli
Luciana Tavernini
Davide Terracini
Gianna Terni
Ruben Tolentino
Letizia Tomassone
Simona Toscano
Costantino Trapani
Anna Tumiati
Gianna Urizio
Andrea Urbini
Alida Vitale
Enrica Valabrega
Adriana Valabrega
Sandro Ventura
Elena Vivarelli
Maria Zioni

*** Fonte/autore: Maiindifferenti – Voci ebraiche per la pace, il manifesto



Related Articles

Vertice Nato: non in guerra ma non in pace, più soldi, armi e truppe

Loading

L’investimento nella Difesa britannica salirà al 2,5% del pil nel 2030, la Spagna porterà al 2% la spesa militare, la Germania ha già portato a 100 miliardi la spesa militare. Biden ha annunciato altre armi all’Ucraina per 800 milioni

James Galbraith: “L’Europa si vergogni ha ricattato la Grecia e l’ha resa disperata”

Loading

L’irritazione di James Galbraith, economista dell’università del Texas, supera ogni immaginazione. «Leggete il documento approvato. E’ una menzogna fin dalla prima riga”

Il cyber-nemico nel cuore dell’America

Loading

Dalle banche alle istituzioni, nel cuore politico degli Usa i cyber-nemici cinesi sono entrati ovunque. Così Pechino può frugare tra i segreti della Casa Bianca

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment