Raul Castro accusa: l’ingerenza corre sul web

La Sina – afferma ancora il governo cubano – «funziona come quartier generale per le politiche sovversive del governo nordamericano, il cui impossibile scopo è quello di trasformare i suoi mercenari in un credibile movimento interno di opposizione». Per questo, «si spinge fino a stabilire nelle sue sedi locali centri internet illegali e a fornire corsi di formazione, in flagrante violazione della Convenzione di Vienna». Gli Stati uniti hanno interrotto le relazioni di plomatiche con Cuba nel 1961, ma tre anni fa in entrambi i paesi sono stati aperti gli uffici di interesse, che offrono anche servizi consolari. L’amministrazione nordamericana, questa volta non ha smentito. Anzi: «Siamo colpevoli – ha ribattuto la portavoce del Dipartimento di stato Usa, Victoria Nuland – se il governo dell’Avana non limitasse l’accesso a internet impedendo ai propri cittadini di ottenere una formazione tecnologica questo non accadrebbe». Ma il governo cubano è tornato ad accusare il micidiale blocco economico, che impedisce l’arrivo sull’isola di materiali e componenti di provenienza Usa ed europea e che obbliga Cuba ad accedere alla rete mediante un collegamento al satellite che rende la connessione lenta e cara. Per trovare un’alternativa, l’Avana ha sviluppato un progetto congiunto con il Venezuela, che prevede un cavo di fibra ottica sottomarino, già  arrivato sull’isola nel 2011, e che si spera moltiplichi per 3.000 la capacità  di connessione a internet.


Related Articles

«L’Europa all’Onu approvi una gestione democratica del debito »

Un gruppo di eco­no­mi­sti di fama inter­na­zio­nale ha fir­mato un appello affin­ché i Paesi Mem­bri dell’Unione Euro­pea votino a favore di una riso­lu­zione per la gestione demo­cra­tica dei debiti sovrani

Usa e Francia riprovano Nuova risoluzione Onu

Per i bookmakers inglesi Assad è un osso duro: la sua caduta entro il 2013 (2013…) è quotata a 2,25.

Pandemia. Così il Brasile di Bolsonaro falsifica i dati sulla mortalità indigena

Pandemia “Bolsovirus”. L’indice calcolato con il sistema governativo è del 3,9%, ma non considera chi vive (e muore) fuori dai territori demarcati

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment