«Bolsonaro genocida», gli indigeni portano il presidente del Brasile all’Aia

«Bolsonaro genocida», gli indigeni portano il presidente del Brasile all’Aia

Di denunce contro Bolsonaro la Corte penale internazionale sta facendo collezione. Sei quelle finora depositate, tra cui quella per crimini contro l’umanità, presentata da due leader indigeni noti a livello internazionale, Almir Suruí e Raoni Metuktire.

L’ultima in ordine di tempo, depositata dall’Apib (Articulação dos Povos Indigenas do Brasil) il 9 agosto, nella Giornata internazionale dei popoli indigeni, ha tuttavia qualcosa di speciale: è stata elaborata da un’’équipe di avvocati indigeni sotto la guida del coordinatore giuridico dell’Apib Eloy Terena.

«Sono in corso in Brasile – ha denunciato l’avvocato – azioni che si configurano come crimini contro l’umanità, genocidio ed ecocidio.

Considerando l’incapacità del sistema di giustizia brasiliano di indagare, processare e punire tali azioni, le denunciamo dinanzi alla comunità internazionale attraverso la Cpi».

Alla base dell’accusa di genocidio, l’adozione da parte di Bolsonaro di «una politica anti-indigena esplicita, sistematica e intenzionale», diretta a trasformare «organismi e politiche pubbliche prima dedite alla protezione dei popoli indigeni in strumenti di persecuzione», allo scopo di «creare una nazione senza indigeni».

* Fonte: il manifesto



Related Articles

Papa Bergoglio chiede Ius soli e accoglienza

Vaticano. Nel messaggio per la giornata del migrante anche la proposta di corridoi umanitari e no alle «espulsioni collettive e arbitrarie».

Donne velate

Una giornalista italiana intervista una donna che porta il velo integrale. «Come fa al ristorante? A pensarci, non può neanche prendere un caffè al bar». «Come immagina, sono poco mondana». «Impossibile così incontrare un uomo, immagino». «La vita è piena di coincidenze inimmaginabili». L’intervistata è anche lei italiana, una donna quarantenne, descritta come colta, divorziata, vivace, che si è convertita all’Islam. La giornalista si sente a disagio. Non riesce a vedere le labbra e il volto dell’altra.

Collisione col barcone, cinque migranti morti

Tragedia nel Mediterraneo. Nave maltese urta un gommone carico di migranti durante il salvataggio L’imbarcazione si ribalta: tre vittime e due dispersi. I centri siciliani al collasso: via ai trasferimenti in Puglia

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment