Canada, emergono ovunque fosse comuni: trovati i corpi di altri 182 bimbi nativi

Canada, emergono ovunque fosse comuni: trovati i corpi di altri 182 bimbi nativi

Sembra che il Canada sia ormai diventato un immenso sudario, dove sono stati occultati i corpi violati di decine di migliaia di bambini indigeni. Una moderna democrazia cresciuta sull’abominio di quelle scuole residenziali religiose che, tra il 1863 e il 1998, hanno disseminato il Paese di fosse comuni e tombe anonime.

Dopo le recenti scoperte della fossa comune di Kamloops, con i corpi di 215 bambini indigeni e delle 751 tombe senza nome di Marieval, il 30 giugno sono riemerse altre 182 tombe anonime nei pressi della St Eugene’s Mission, vicino alla città di Cranbrook, nella Columbia Britannica. La maggior parte dei corpi rinvenuti apparterrebbero a minori tra i 7 e i 15 anni.

L’abominio delle leggi razziali – alcune ancora in vigore – ha avuto la funzione di permettere l’internamento coatto di più di 150mila bambini indigeni strappati alle loro famiglie. Nelle Residential School religiose sono stati commessi i crimini più atroci, su cui ci hanno speculato e tratto profitti ad ogni livello.

Come non bastasse l’assimilazione forzata, i bambini indigeni rappresentavano anche un’altra opportunità da sfruttare, quella di essere venduti a istituti medici di ricerca, sia civili che militari, come cavie da laboratorio su cui poter condurre impunemente gli esperimenti più disumani.

Una ricerca del dottor Ian Mosby ha rivelato esperimenti governativi condotti su circa 1.000 bambini aborigeni in sei diverse scuole residenziali. Gli esperimenti sui piccoli indigeni servivano a testare gli effetti della malnutrizione, quindi i bambini coinvolti venivano sottoposti a deprivazioni alimentari che duravano per anni.

Ormai ogni terreno, ogni lago, ogni frutteto, ogni edificio abbandonato del Canada può essere un luogo di occultamento, dove giacciono le spoglie di decine di migliaia di bambini nativi. Ci sono tuttavia dei siti che sono stati già individuati e che, nei prossimi giorni, potrebbero portare alla luce molte altre vergogne come quelle già emerse.

Elenco dei siti di sepoltura già conosciuti:

BRITISH COLUMBIA.

1. Port Alberni: Scuola della Chiesa Presbiteriana-Unita (1895-1973), ora occupata dall’ufficio del Nuu-Chah-Nulth Tribal Council (NTC), Kitskuksis Road. Il sito della tomba è a 100 metri a ovest dell’edificio NTC, in una fitta vegetazione, oltre un condotto dell’acqua inutilizzato. I bambini sono sepolti anche nel cimitero della riserva di Tseshaht e in un canale boscoso a est del cimitero cattolico su River Road.
2. Alert Bay: Scuola anglicana di St. Michael (1878-1975), situata sull’isola di Cormorant al largo di Port McNeill. Attualmente l’edificio è utilizzato da Namgis First Nation. Il sito è un campo incolto molto grande vicino al vecchio edificio e sotto le fondamenta di quello nuovo costruito negli anni ’60. Scheletri sono stati visti ′′tra le pareti”.
3. Kuper Island: Scuola cattolica (1890-1975), al largo di Chemainus, la terra occupata dalla Penelakut Band. L’ex edificio è distrutto a eccezione di una scala. Ci sono due siti tombali: uno in un campo vicino all’ex edificio, un altro sulla costa occidentale in una laguna vicino al molo principale.
4. Ospedale Indiano di Nanaimo: struttura sperimentale per gli Affari Indiani e la Chiesa Unita (1942-1970), sul Territorio del Dipartimento della Difesa Nazionale. Le tombe sono immediatamente ad est degli edifici ora distrutti, sulla Fifth Avenue, a sud del Malaspina College.
5. Mission: Scuola cattolica di St. Mary (1861-1984), a nord della Lougheed Highway e del Fraser River Heritage Park. Gli edifici scolastici originari sono distrutti ma sono ancora visibili molte fondamenta sul terreno del parco. Ci sono siti di tombe immediatamente vicino al dormitorio delle ragazze e al cimitero dei preti; c’è una fossa comune più grande in un tumulo a nord del cimitero tra il fogliame incolto e i cespugli di rovi, e altre ad est del vecchio cortile dell’istituto, sulle pendici della collina nei pressi del campo che porta al nuovo edificio scolastico, a 150 metri dell’edificio stesso.
6. North Vancouver: Scuole cattoliche di Squamish (1898-1959) e Sechelt (1912-1975). Gli edifici sono distrutti e le tombe dei bambini che vi morirono sono nel cimitero della Squamish Band a Noth Vancouver.
7. Sardis: Scuola Coqualeetza Methodist-United Church (1889-1940), che divenne un ospedale sperimentale del governo federale (1940-1969). Le sepolture sono accanto alla riserva di Stò e alla Little Mountain School, probabilmente vicino all’edificio dell’ex scuola-ospedale.
8. Cranbrook: Scuola cattolica di St. Eugene (1898-1970), che ora è un resort per turisti finanziato dal governo federale. La fossa comune è stata coperta da un campo da golf di fronte all’edificio e numerose altre tombe sono sotto il campo e attorno a esso.
9. Williams Lake: Scuola cattolica (1890-1981), cinque miglia a sud della città, gli edifici sono stati distrutti ma le fondamenta sono ancora intatte. I siti tombali sono vicino ai terreni della vecchia scuola, a nord del cortile e sotto le fondamenta della struttura a tunnel.
10. Isola di Meares (Tofino): Scuola cattolica Kakawis-Christie (1898-1974). Gli edifici sono stati incorporati nel Kakawis Healing Centre, c’è un deposito di salme al piano interrato, attiguo alle sepolture a sud della scuola.
11. Kamloops: Scuola cattolica (1890-1978). Gli edifici sono intatti, c’è una fossa comune a sud, vicino e in mezzo al frutteto. Numerose altre sepolture sono state indicate da testimoni.
12. Lytton: Scuola anglicana di St. George (1901-1979). Tomba di bambini frustati a morte, altri corpi segnalati sotto le assi del pavimento e altri riportati sotto terra accanto al parco giochi.
13. Lago Fraser: Scuola cattolica Lejac (1910-1976). Edifici distrutti, le tombe sono sotto le vecchie fondamenta e tra le mura.

ALBERTA

1. Edmonton: United Church School (1919-1960), attuale sede del Poundmaker Lodge a St.Albert. Le tombe dei bambini sono a sud dell’ex sito della scuola, sotto la fitta siepe che corre da nord a sud, adiacente al monumento commemorativo.
2. Edmonton: ospedale Charles Camsell (1945-1967). L’edificio è intatto ed è un ospedale sperimentale gestito da Indian Affairs e United Church. Le fosse comuni sono segnalate a sud vicino al giardino del personale.
3. Saddle Lake: Scuola cattolica Bluequills (1898-1970). Edificio intatto, scheletri e teschi sono stati rinvenuti nella fornace della cantina. Una fossa comune è segnalata vicino alla scuola.
4. Hobbema: Scuola cattolica di Ermineskin (1916-1973). Cinque scheletri sono stati trovati nella fornace del seminterrato e ci sono tombe sotto le fondamenta dell’edificio precedente.

MANITOBA

1. Brandon: Scuola della Chiesa Methodist-United (1895-1972). L’edificio è intatto e le sepolture sono a ovest, vicino alla scuola.
2. Portage La Prairie: Scuola della Chiesa Presbiteriana-Unita (1895-1950). I bambini sono sepolti nel cimitero di Hillside.
3. Norway House: Scuola della Chiesa Methodist-United (1900-1974). C’è una tomba molto vecchia accanto al cantiere dell’ex edificio scolastico demolito nel 2004.

ONTARIO

1. Thunder Bay: Ospedale psichiatrico Lakehead, ancora in uso. Centro sperimentale. Corpi di donne e bambini segnalati e sepolti vicino all’ospedale.
2. Sioux Lookout: Scuola cattolica del Pelican Lake (1911-1973). Sepolture di bambini in un tumulo vicino alla scuola.
3. Kenora: Scuola Cecilia Jeffrey, Chiesa Unita Presbiteriana (1900-1966). C’è un grande tumulo a est dell’edificio dell’ex scuola.
4. Fort Albany: St. Anne’s Catholic Residential School (1936-1964). I bambini, uccisi su una sedia elettrica, sono sepolti accanto alla scuola.
5. Brantford: Istituto Mohawk della Chiesa Anglicana (1850-1969). L’edificio è intatto, una serie di tombe è nel frutteto dietro l’istituto, sotto i filari degli alberi.
6. Sault Ste. Marie: Scuola Anglicana Shingwauk (1873-1969). Ci sono ancora alcuni edifici, diverse tombe sono state ritrovate nei campi della vecchia scuola.

QUEBEC

1. Montreal: Allan Memorial Institute, McGill University, ancora in funzione dall’apertura nel 1940. È il centro sperimentale MKULTRA o MK-ULTRA, nome in codice dato a un programma illegale e clandestino di esperimenti sugli esseri umani studiato e messo in atto dalla Central Intelligence Agency durante gli anni Cinquanta e Sessanta del XX secolo. C’è una fossa comune con bambini uccisi a nord dell’edificio. Altre sulle pendici meridionali del Monte Royal, dietro un muro di pietra.

* Fonte: Marco Cinque, il manifesto



Related Articles

«Aggrediti in discoteca perché gay»

Denuncia delle associazioni. Il gestore: falso. Allarme bipartisan sulle violenze

Iraq, il boia come ai tempi di Saddam

Nessuno tocchi Caino: 77 esecuzioni ufficiali, molte di più quelle “segrete”

Allarme Unicef, servono fondi per i civili in fuga

rivolta-libia20.jpg 

LIBIA. Oltre 5.000 profughi bloccati al confine con Egitto, Tunisia e Niger; 58mila gli sfollati interni. Secondo l’organizzazione servono 20 milioni di euro per evitare il disastro umanitario.

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment